Attualità Novarese -

Ponte Romagnano: apertura slitta ai primi di dicembre

Fino a ieri pomeriggio era attesa per martedì 30 novembre.

Ponte Romagnano: rinviata ai primi giorni di dicembre l’apertura della struttura provvisoria.

Ponte Romagnano, ancora un rinvio

Il ponte provvisorio di Romagnano aprirà solo ai primi di dicembre: lo annuncia l’Anas. Fino a ieri pomeriggio l’apertura era attesa per il 30 novembre. «Il maltempo già preannunciato dalle previsioni meteo per le giornate del 25 e 27 novembre si è ripercosso anche nei giorni seguenti e ha rallentato le lavorazioni riguardanti la posa delle armature, il getto di calcestruzzo dei muri d’ala, la movimentazione delle terre e le conseguenti e necessarie prove di carico – comunica la società – L’apertura al traffico del tracciato provvisorio avverrà nei primi giorni di dicembre e sarà preannunciata non appena confermata la data di fine lavori. La viabilità sarà aperta con una configurazione delle opere tale da garantirne la piena percorribilità. Gli interventi di completamento e finitura, come da progetto esecutivo, proseguiranno a traffico aperto».

I lavori

«Si avvia alle ultime fasi di lavoro l’intervento di realizzazione della viabilità provvisoria tra Romagnano Sesia (NO) e Gattinara (VC), dove a ottobre 2020 la piena del fiume Sesia ha causato il crollo di tre delle sei campate del ponte di raccordo tra le province di Novara e Vercelli sulla ex strada provinciale 142 “Biellese” – spiegano da Anas – Varato a fine ottobre il ponte bailey provvisorio, sulla sponda di Romagnano Sesia è stata completata la costruzione della bretella di collegamento tra la rotatoria esistente e il ponte stesso, dove sono in corso piccoli interventi di finitura. Il completamento delle bretelle di raccordo tra la viabilità esistente e il nuovo ponte sulla sponda lato Gattinara ha risentito, invece, delle pessime condizioni meteo della scorsa settimana».

Il commento del comune

«Riteniamo inaccettabile che ancora oggi non vengano fornite date circa la reale apertura del collegamento provvisorio e che questa comunicazione ci venga fornita solo ora e solo dopo numerosi solleciti – è invece il commento espresso dal municipio di Romagnano, nella serata di lunedì – Il Comune di Romagnano ribadisce le sue posizioni e lo fa a maggior ragione dal comunicato. Consideriamo questa approssimazione irrispettosa e come Comune richiederemo l’intervento di altri enti ed il coinvolgimento ministeriale per fare chiarezza ed avere risposte certe».

Tag:

3 Commenti

  • alessandro belviso ha detto:

    no comment. in effetti per adesso senza rampa d’accesso da gattinara non si può…sarebbe da ridere ma non è il caso.

  • La voce del popolo ha detto:

    Certe cose non succedevano nemmeno negli anni 80. Invece di migliorare peggioriamo sempre.. e che esempio diamo alle future generazioni. L esempio di un paese sprecone ( ponte in affitto 5 milioni di euro all’anno) = a + debito pubblico = a paese Italia – efficiente. E poi le amministrazioni comunali di Gattinara e Romagnano si lamentano di date di consegna ?? Ma quando hanno fatto visita il Presidente della regione Cirio e company non si poteva fare diversamente invece di buttare soldi dei contribuenti per opere in affitto..

  • Gianni ha detto:

    Dal momento che tutta l’area è stata verificata, bonificata, ripulita, vogliamo proprio vedere e capire quanti anni dovranno passare prima che si inizi a costruire il ponte definitivo. Una volta consegnato quello provvisorio, quali scuse verranno accampate da anas e dalla pubblica amministrazione per dilazionare l’immediato inizio di costruzione del nuovo ponte? Perchè non potranno essere altro che scuse, dal momento che non ci sono più impedimenti di alcun tipo, avendo un ponte provvisorio che garantirà la viabilità e avendo già abbattuto il vecchio ponte. Vedremo e valuteremo come verranno scritti i prossimi capitoli di questa opera, già diventata farsa da parecchi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *