Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Quarona recupera vecchio lavatoio del Fej
Attualità Borgosesia e dintorni -

Quarona recupera vecchio lavatoio del Fej

In programma un nuovo futuro per l'immobile della frazione.

quarona recupera

Quarona recupera gli antichi lavatoi: la vasca del Fej torna agli antichi splendori.

Quarona recupera i lavatoi

Nuova vita per il lavatoio del Fej: in futuro potrebbe essere protagonista di un cambio look insieme ad altri lavatoi storici di Doccio. L’intervento realizzato recentemente ha riguardato la vasca della struttura presente sulle alture della frazione quaronese.  «Il Comitato festeggiamenti del Fej insieme al circolo del Terrieri aveva chiesto di poter fare in modo che il lavatoio potesse di nuovo contenere l’acqua – spiega il sindaco Francesco Pietrasanta -. Dopo aver valutato un preventivo si è deciso di scendere in campo. L’opera peraltro doveva essere realizzata in breve tempo, anche perché siamo a ridosso di “Alpeggiando”, la manifestazione estiva che porterà molteplici persone in diverse tappe tra cui al lavatoio».

Un progetto più ampio

E ora l’amministrazione comunale di Quarona sta anche pensando ad un nuovo futuro per l’immobile del Fej. «Dovrebbe esserci un bando del Gal finalizzato al recupero di porzioni di zone rurali – annuncia Pietrasanta -. L’intenzione sarebbe di accedere al bando con un progetto specifico. Se si riuscisse ad ottenere un contributo vorremmo riqualificare non solo il lavatoio del Fej ma anche i due lavatoi presenti a Doccio. Mi preme sottolineare che non sarebbe solo una ristrutturazione di edifici ma proprio una rivalutazione del contesto in cui gli stessi sono inseriti. L’idea sarebbe di portare avanti degli interventi anche sugli arredi e la rete urbana in cui gli immobili sorgono».

Un percorso

Tra gli obiettivi del progetto c’è anche un ulteriore aspetto. «Sarebbe interessante collegare i tre lavatoi in un percorso turistico – sottolinea il primo cittadino –. Parlare di questi immobili significa fare riferimento ad un quadro storico, culturale e sociale che racconta il territorio nel corso del tempo. La nostra intenzione sarebbe dunque di rivalutare e riprendere tutto questo, facendo in modo che sempre più persone possano conoscere e apprezzare i tesori presenti nel nostro paese».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente