Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Rassa firme da tutto il mondo contro la nuova centralina
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Rassa firme da tutto il mondo contro la nuova centralina

Il comitato di tutela ambientale ha lanciato la petizione sulla piattaforma charge per cercare di fermare il progetto.

legambiente boccia

Rassa firme da tutto il mondo contro la nuova centralina.  Il movimento di protesta contro la costruzione di una piccola centrale Idroelettrica a Rassa si sta espandendo in tutto il mondo grazie a una raccolta firme su un portale Internet.

Il punto della situazione

Il progetto di “Centrale di Rassa” ha ottenuto tutte le autorizzazioni amministrative necessarie alla sua costruzione.
E’ stato proposto anche un ricorso: «Già questa primavera una colletta di fondi tramite internet (Facebook) ha permesso di raccogliere tra i soli pescatori, canoisti ed amanti del Sorba oltre 5.550 euro (oltre donazioni dirette per circa 1.000 euro) che sono stati utilizzati per avviare un ultimo ricorso davanti al Tribunale delle Acque di Roma e denunciare le lacune economiche e finanziarie del progetto. Ricorso accolto il 23 settembre scorso, e delibera attesa per il prossimo 16 dicembre».

Inziativa

Non è l’unica iniziativa di contrasto attuata da chi ha a cuore l’ambiente: «Per chiedere alla Provincia di Vercelli ed alla Regione Piemonte de ritirare il loro appoggio a questo progetto, una petizione è stata lanciata su change.org (https://tinyurl.com/save-sorba), che in una settimana ha già raccolto oltre 1.500 firme. Da tutta l’Italia, da Francia, Spagna, Regno Unito, Belgio, Olanda, Germania, Stati Uniti, Russia e Sud America stanno arrivando firme e commenti contro questa assurda centralina».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

4 Commenti

  • alessandro belviso ha detto:

    da qualche tempo si assiste ad una frenesia distruttiva per sbancare terreni interni e belli com’erano. sono state fatte strade sterrate di poco senso e di dubbia utilità, sono apparse addentro a Rassa, Campertogno altre sono in programma a Rimella, il top è l’idea di farne una da Fobello al passo Baranca e Bannio o da Alagna a Otro, fatta quella da Scopello a Mera, Frasso e probabilmente altre, non ch’io sia totalmente contrario ma ci devono essere dei limiti altrimenti chiunque si fa la stradina sua rovinando un patrimonio naturale.
    poi quelle vere le strade che esistono per collegare i paesi sono spazzate via da alluvioni anche perchè come alle fate, così chiamasi, era posta senza protezioni in un posto che lo vedevo male da sempre.
    distruzioni di ambiente unico non ripristinabile, fuga in avanti, parafrasando un filosofo, cui prodest. Questione di forma mentis e interessi privati

  • Mario ha detto:

    Il Piemonte è governato da opportunisti incompetenti, dimostrazione ne è la gestione del Covid 19 se non bastassero altre nefandezze tipo la centrale di Rassa

    • massimo ha detto:

      E’ da 50 anni che assistiamo allo scempio, e durante questi 50 anni di governi alla regione ne abbiamo visti diversi…… Forse (e dico forse) quest’ultimo è “leggermente” migliore degli ultimi 3 precedenti………….

  • fabrizio ha detto:

    Certo che in queste ultime settimane aver visto il capo del primo partito politico italiano fare i sermoni in parlamento o nelle piazze indossando la mascherina(Trump 2020)è stato un momento di alto profilo intellettuale.Pure qualcuno del partito stesso lo ha notato.Probabilmente non sapeva che votavano negli USA e non in Italia.Se questa è la massima espressione politica di chi vorrebbe tornare a governare il nostro bel paese siamo proprio messi male(ma questo lo sapevamo da tempo).
    Buona serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *