Attualità Gattinara e Vercellese -

Roasio ricorda Dante Iorio, volontario in tante associazioni

L’uomo faceva parte della Pro loco, dell’Anpi Gattinara e del gruppo Camminatori. Aveva lavorato in cartiera.

Roasio piange Dante Iorio, 78 anni. «Era una persona piena di risorse»

Roasio ricorda Dante Iorio

Roasio in lutto per la morte di Dante Iorio, 78 anni, anima e accompagnatore dei camminatori amatori, ma anche sostenitore delle iniziative legate all’Anpi. Amava stare in mezzo alla natura e tutti lo ricordano come una persona disponibile.

Il ricordo dell’amico

Ubaldo Gianotti, ex sindaco, ha condiviso con Iorio tante uscite. «Sono giorni tristi per la Pro loco di Roasio, per i Camminatori amatori, per l’Anpi di Gattinara, per il Centro Pace di Assisi, è mancato Dante Iorio, socio super operativo nella Pro loco di Roasio, sempre presente ad ogni evento organizzato sul territorio».

L’amico ricorda i tanti ruoli di Dante Iorio: «Anima e accompagnatore dei Camminatori Amatori in centinaia di escursioni sul territorio Biellese, Vercellese, Novarese e Vco contribuendo intensamente nel preparare e portare avanti i tre Progetti dei 42 Cammini per la Pace, lui Cavaliere del Millennio per la Pace, sostenendo la bandiera del centro internazionale per la Pace fra i Popoli Assisi come testimonial di ogni cammino. Sostenitore e collaboratore nelle iniziative organizzate dall’Anpi».

L’amore per la natura

Non dimentica poi l’amore per la natura: «È stato l’anima ed il motore nella gran parte di costruzione e manutenzione del Giardino Belvedere di Caprile. Il suo Ooto/Giardino di casa è uno spettacolo nella preparazione, manutenzione e produzione di frutta e verdura. Un uomo tutto fare, con esperienze di lavoro in officina meccanica ed in cartiera a Serravalle Sesia, il suo laboratorio artigianale, a casa in Santa Maria, era attrezzatissimo per qualsiasi intervento come meccanico, fabbro, idraulico, lattoniere, falegname, etc, etc. Un uomo di una onestà intellettuale molto rara, sempre disponibile per qualsiasi esigenza con una umanità e solidarietà straordinarie.

Basta ricordare il lavoro di volontario nella pulizia e taglio arbusti nel giardino delle Suore Clarisse al Monastero Santa Chiara di Roasio Santa Maria. Caro Dante, sei stato come un fratello, il mio braccio destro in tantissime iniziative, credo che tutte le persone che ti hanno frequentato nel tuo arco di vita, ti abbiano voluto bene e che rimarrai per sempre nel loro cuore. Ciao Dante mi mancherai tantissimo. Sentite condoglianze a Gianni con Claudia ed i figli Matteo e Lorenzo, a Mara con Arald e la figlia Sofia, a Santina, al fratello Desiderio e famiglia, ai nipoti Danilo, Mirella e famiglie, a Piera».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.