Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Romagnano ricorda Maria Finotti: era il sorriso della scuola dell’infanzia
Attualità Novarese -

Romagnano ricorda Maria Finotti: era il sorriso della scuola dell’infanzia

«Una madre affettuosa, sempre sorridente e con una parola buona per chiunque ne avesse bisogno».

romagnano ricorda

Romagnano ricorda Maria Finotti, un volto storico della scuola dell’infanzia, scomparsa a 72 anni.

Romagnano ricorda Maria

Lutto a Romagnano: se n’è andata una storica bidella della scuola materna. Si è spento mercoledì scorso all’Hospice di Gattinara il sorriso buono e contagioso di Maria Finotti, 72 anni, sposata con Agostino Della Patrona, collega di lavoro, da 51 anni; avrebbero festeggiato i 52 a settembre. Originaria di Taglio di Po in provincia di Rovigo, viveva a Romagnano con la famiglia dagli anni ‘60.

Il ricordo di un’amica

Per anni è stata la storica bidella della scuola materna di Romagnano; se la ricordano molti bambini di allora e genitori, oltre alle ex colleghe, fra le quali Maria Rosaria Proto. «Ci siamo conosciute a lavoro, all’asilo, ed abbiamo instaurato fin da subito un bellissimo rapporto, durato negli anni – ricorda -. Maria è stata una collega, ma anche una cara amica, ho un bellissimo ricordo di lei. Abbiamo condiviso momenti lavorativi, ma anche tanti di svago e divertimento: ad esempio tutti gli anni d’estate Maria mi invitava sempre ad andare alle feste campestri che le piacevano tanto. Stavamo molto bene in compagnia, poi tutti gli anni per l’8 dicembre avevamo appuntamento fisso con lo shopping prenatalizio a Novara e chiacchieravamo spensierate. Mi mancherà molto. Ha svolto il suo lavoro con passione fino alla pensione», conclude l’amica.

Una madre affettuosa

«Era una madre affettuosa, sempre sorridente e con una parola buona per chiunque ne avesse bisogno – commentano le figlie Simona ed Elisa – inoltre nel suo lavoro era voluta bene da tutti i bimbi e dalle maestre della materna del paese che a distanza di anni ancora la portano nel cuore».
Le piaceva molto ballare il liscio, le lezioni e i balli occupavano il suo tempo libero e la ricordano con affetto anche le amiche compagne di ballo. «Era una donna molto forte, una guerriera. Un particolare ringraziamento alla direzione e a tutto il personale dell’Hospice di Gattinara», conclude la famiglia.

I funerali

Purtroppo la malattia non le ha dato scampo ed è mancata circondata dagli affetti più cari. La ricordano il marito Agostino, le figlie Simona ed Elisa con Michele, gli adorati nipoti David con Valentina, Eleonora, parenti, amici, e tutti coloro che le hanno voluto bene. Le esequie si sono svolte in forma privata la settimana scorsa al cimitero di Romagnano, dove è stata impartita la benedizione ed è seguita la tumulazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente