Seguici su

Attualità

Rotary Valsesia aiuta i medici di famiglia nell’emergenza virus

Pubblicato

il

servono posti

Rotary Valsesia aiuta i medici di famiglia e strutture sanitarie.

Rotary Valsesia aiuta i medici di famiglia

Il Rotary club Valsesia ha messo in cantiere diversi progetti, in collaborazione con il Distretto 2031 o con altri club per supportare la struttura sanitaria piemontese attraverso le forniture di attrezzature e dispositivi di protezione, ma soprattutto autonomamente, con attenzione a particolari esigenze riscontrate sul proprio territorio.

Medici di famiglia

Ed è seguendo le necessità riscontrate sul proprio territorio che l’attenzione del club Valsesia si è rivolta a un riferimento sanitario preciso: il medico di famiglia. «Stiamo ultimando l’allestimento di kit di dispositivi di protezione individuale da destinare a tutti i medici di famiglia – si sottolinea dal club valsesiano – operanti sull’ambito territoriale di nostra prossimità, ossia i poli di riferimento di Varallo e Alta Valsesia, quello di Borgosesia, della Valsessera e di Gattinara. Tali pacchetti comprendono mascherine chirurgiche e Fpp, guanti, camici e calzari, occhiali o schermi. Saranno forniti a breve a 51 medici compresi cinque pediatri».

Ospedale di Ponderano

Il Rotary Valsesia è impegnato con altri club (Biella, Valle Mosso, Viverone lago e Menton) nel Global Grant attivato in favore dell’ospedale di Biella. «Il progetto approvato in tempi record, data l’emergenza, ha raccolto 62.609 euro grazie anche al contributo determinante del Distretto 2031 e del Fondo designazione distrettuale generato dalle donazioni. Verranno acquistati quattro letti elettrici da rianimazione e terapia intensiva e un letto bariatrico per pazienti affetti da obesità».

Il contributo del Distretto 2031

In un discorso globale riferito al Distretto 2031 (a cui il Rotary Valsesia ha erogato un contributo finanziario), con un impegno complessivo di 700mila euro il club ha perfezionato l’acquisto di 110.000 mascherine e 1000 litri di gel igienizzante, da destinare a vari ospedali, di 150 caschi di ossigenazione oltre a due ventilatori e due umidificatori.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *