Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Sacro Monte la Madonna dormiente ritorna l’8 aprile
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Sacro Monte la Madonna dormiente ritorna l’8 aprile

I fedeli di Varallo aspettano di rivedere la statua custodita nella basilica, a Bergamo per essere restaurata

Sacro Monte l’effigie della Madonna dormiente ritorna in basilica l’8 aprile dopo il restauro.

Sacro Monte attende il ritorno della Madonna dormiente

I fedeli di Varallo aspettano il ritorno di una delle effigi più care a tutti: la Madonna “dormiente”, custodita nella basilica del Sacro Monte. La statua ora si trova infatti a Bergamo per essere restaurata e tornerà nello scurolo tra marzo e aprile, e il suo arrivo sarà celebrato durante la veglia di domenica 8 aprile, la prima dopo Pasqua.

Una teca che pesa 4,5 quintali

E’ probabile che, anche dopo il lavoro, la statua rimanga nell’urna attuale e non venga spostata in quella più antica utilizzata dal 1854 a metà del Novecento. Spiega il rettore del santuario, padre Giuliano Temporelli: «A causa di alcune difficoltà tecniche, si è deciso di mantenere anche al suo ritorno la teca risalente al 1949. Una teca donata dalla comunità e dalla parrocchia in occasione dell’ultima processione a Varallo con la statua della Vergine. L’urna in cui giace da quasi settant’anni pesa infatti 4,5 quintali, il che crea problemi di trasporto non indifferenti. E i vetri di quella più antica sono molto delicati. Meglio dunque stare sul sicuro ed evitare spostamenti. La teca in uso dal 1854 al 1949 sarà comunque restaurata ed esposta al pubblico, probabilmente nella basilica dell’Assunta».

Luce in tre cappelle

In programma per il futuro anche l’illuminazione a giorno di tre cappelle. Si tratterà delle scene dell’Ultima Cena, di Gesù nell’Orto degli Ulivi e della raffigurazione del Cristo che sveglia gli Apostoli ma, per poter procedere, bisogna ancora superare lo scoglio delle pratiche burocratiche, eseguire rilievi e attendere l’autorizzazione della Sovrintendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente