Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Serravalle progetto da 100mila euro per il castello di Vintebbio
Attualità Serravalle e Grignasco -

Serravalle progetto da 100mila euro per il castello di Vintebbio

La Regione Piemonte ha inserito il paese nell'elenco delle località a rilevanza turistica. «Bel biglietto da visita».

Serravalle progetto da 100mila euro per il potenziamento dell’illuminazione, la regimazione delle acque e la riqualificazione dell’area pic nic.

Serravalle progetto da 100mila euro per il castello

Serravalle diventa Comune turistico e punta in futuro a una riqualificazione del castello di Vintebbio. «Avevamo partecipato a un bando del Gal per realizzare alcuni interventi al castello di Vintebbio – commenta il vice sindaco Guido Bondonno -. Il progetto prevede il potenziamento delle luci che illuminano il sito storico di notte, in maniera da renderlo visibile meglio anche dai territori limitrofi, la regimazione delle acque e la riqualificazione dell’area pic nic proprio accanto all’antico maniero».

Riqualificare i sentieri

E l’idea sarebbe anche quella di rivedere i percorsi che permettono di raggiungere il castello. «Dovremmo sistemare il percorso che dal centro della frazione permette di raggiungere a piedi la località storica – prosegue l’amministratore – e la strada che da Sella permette anche ai veicoli di salire. Non si tratterebbe di grandi opere perché comunque i tracciati sono praticabili».
LEGGI ANCHE: Serravalle vandali danneggiano muretto di Sant’Euseo

Progetto da 100mila euro

Per ora è difficile stabilire le tempistiche per l’avvio dei lavori. «Innanzitutto dobbiamo capire l’esito del bando a cui abbiamo aderito – puntualizza Bondonno -. L’importo del nostro progetto si aggira sui 100mila euro. Se l’ente che ha proposto il bando per la riqualificazione di aree peculiari dovesse coprire al completo i costi degli interventi o anche solo una parte sarebbe comunque un ottimo risultato per il nostro paese».

Comune turistico

Serravalle rientra in un lungo elenco di località che sono state insignite dalla Regione Piemonte della denominazione di “Comune turistico”. «Da parecchi anni si tentava di arrivare a questa denominazione particolare – prosegue Bondonno –. E una decina di giorni fa, abbiamo saputo questa bella notizia. Si tratta di un’ottima carta per accedere a bandi che permetteranno anche la riqualificazione degli immobili per fini turistici».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *