Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Sindaco Quarona difende l’ordinanza contro gli accattoni molesti
Attualità Borgosesia e dintorni -

Sindaco Quarona difende l’ordinanza contro gli accattoni molesti

«Mai negato un aiuto a chi è in difficoltà, indipendentemente dal colore della pelle o dall'ideologia politica o religiosa».

quarona ordinanza

Sindaco Quarona risponde alle critiche mosse da “Sinistra Valsesia Valsessera” in relazione all’ordinanza contro l’accattonaggio insistente.

Sindaco Quarona, l’ordinanza

L’ordinanza contro l’accattonaggio molesto: un atto dovuto nel nome della pubblica sicurezza. Lo precisa il sindaco Francesco Pietrasanta in risposta a quanto sostenuto dagli esponenti di “Sinistra Valsesia Valsessera”. E’ di qualche settimana fa l’ordinanza firmata dal primo cittadino quaronese che vieta la permanenza sul territorio comunale di mendicanti o comunque di chi, con insistenza e in maniera poco cortese, si rivolge al prossimo elemosinando denaro. In particolare l’atto era stato introdotto per via di una persona che girovagava spesso tra i banchi del mercato settimanale oppure stazionava all’esterno di un supermercato «e in maniera davvero insistente, maleducata e irrispettosa – si legge su un comunicato del Comune – si rivolgeva alla gente chiedendo l’elemosina. Con una serie di atteggiamenti, quindi, fastidiosi e tutt’altro che piacevoli. La polizia municipale ha accompagnato tre volte fuori dai confini comunali questo individuo, che ormai da un po’ non si vede più girare in paese».

Le critiche

La decisione ha sollevato le critiche degli esponenti di “Sinistra Valsesia Valsessera”, che ha preso posizione con due rappresentanti Simone Vallana e Giuseppe Irti. L’ordinanza di Quarona è stata da questi ultimi definita “criminalizzante” «poiché va a colpire chi vive situazioni di povertà ed emarginazione». «Il personaggio di cui si parla – risponde il sindaco – è stato per due volte denunciato e per dodici volte segnalato ai carabinieri ed ai vigili per aver importunato persone, soprattutto donne, averle spaventate e insultate al mercato; infatti parecchie signore si sono trovate in situazione di disagio e paura, rinunciando addirittura ad andare al mercato se non accompagnate da persone fidate. Davanti ad un noto supermercato ha creato problemi per l’atteggiamento di prepotenza e maleducazione rivolto ai clienti, i quali molte volte hanno preferito disertare il suddetto scegliendone altri».

Gli aiuti

Pietrasanta aggiunge di «non aver mai negato un aiuto a chi è in difficoltà, indipendentemente dal colore della pelle o dall’ideologia politica o religiosa: infatti basta venire in municipio e parlare con la vicesindaco e l’assessore a queste problematiche per accertarsi di quanti soldi siano stati stanziati per aiutare chi vive in situazioni di disagio. E’ positivo sapere che molti quaronesi sono stufi di questo buonismo gratuito e solo verbale. Non serve scrivere critiche inutili e gratuite sui giornali, l’importante è sentire che la gente, anche di fazione opposta, approvi e condivida il provvedimento. Pertanto non risponderemo ad altre eventuali critiche inutili, tendenziose e fini a se stesse. Quello che importa è il benessere dei cittadini di Quarona».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente