Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Sizzano scopre la “sua” villa romana
Attualità Novarese -

Sizzano scopre la “sua” villa romana

Il progetto di un liceo novarese mira a conoscerla e valorizzarla

sizzano scopre

Sizzano scopre la villa romana con il liceo classico Carlo Alberto di Novara.

Sizzano scopre la storia romana

Un liceo e il Comune si uniscono per valorizzare dei reperti storici. Il liceo classico e linguistico Carlo Alberto di Novara ha infatti proposto l’iniziativa “La fruizione della villa rustica romana di epoca tardo antica di Sizzano. Gli studenti del liceo classico e linguistico statale Carlo Alberto di Novara ne studiano il passato e ne progettano il futuro”. L’idea è stata proposta nell’ambito di un’iniziativa lanciata dal Ministero dell’Istruzione e finanziata da fondi strutturali europei con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti alla tutela e al valore del patrimonio artistico e culturale. Il progetto è stato autorizzato e sarà realizzato entro l’estate 2019.

Il ruolo dei ragazzi

Quella della villa romana è una scoperta ancora in gran parte da approfondire, sebbene le prime operazioni di scavo risalgano ormai a qualche decennio fa. Il ruolo degli studenti potrebbe quindi essere prezioso: «Il progetto ha come oggetto di interesse i resti archeologici di una residenza a vocazione rurale risalente al quinto-sesto secolo dopo Cristo i cui resti architettonici si trovano nel territorio del Comune di Sizzano – ha illustrato la scuola nella sua candidatura – Le fonti e i dati già acquisiti sul bene sono a oggi non compiutamente approfonditi. Pertanto gli studenti potranno utilizzare in modo attivo le competenze che stanno consolidando».

Il materiale

A livello pratico, i ragazzi del liceo mirano alla realizzazione di due elaborati. Il primo riguarderà materiale divulgativo per promuovere il sito, da tradurre anche in lingue straniere. Il secondo consisterà in uno schema progettuale di massima per l’organizzazione funzionale di percorsi e strutture volte a permettere di fruire del reperto archeologico. L’amministrazione ha accolto ben volentieri la proposta di partenariato presentata dall’istituto: «Riveste la duplice funzione di valorizzare un bene pubblico ed allo stesso tempo favorire lo sviluppo delle competenze degli studenti del Liceo Classico e Linguistico Carlo Alberto da Novara nell’ambito dell’impegno a favore della collettività». Il progetto non avrà oneri per il Comune. Il finanziamento massimo del progetto mediante i fondi europei è di 30mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *