Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Spesa portata in casa dal Comune? Rossa, l’ironia dell’opposizione
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Spesa portata in casa dal Comune? Rossa, l’ironia dell’opposizione

Il consigliere comunale Gian Paolo De Dominici boccia il progetto “Il circolo virtuoso” lanciato dall’amministrazione comunale

Spesa portata in casa dal Comune? Rossa, l’ironia dell’opposizione in merito al progetto “Il circolo virtuoso” lanciato dall’amminsitrazione comunale.

Spesa portata in casa dal Comune? Rossa, l’ironia dell’opposizione

«Dai giornali locali di questi ultimi giorni apprendiamo con esultanza che “A Rossa, la spesa te la porta a casa il Comune” e lo spopolamento locale sarà combattuto attraverso il potenziamento di servizi ai cittadini e alla popolazione anziana mediante il trasporto merci e consegna a domicilio della spesa per mezzo dell’utilizzo di un autoveicolo il cui acquisto è previsto nel progetto “Il circolo virtuoso” finanziato dal Fondo nazionale integrativo per i comuni montani – scrive Gian Paolo De Dominici, capogruppo di “Bella Russa”-. Premesso l’apprezzamento per la fantasia declinata nell’estensione del progetto e che la “creatività” sia virtù necessaria ad ogni amministratore che intenda cogliere le svariate opportunità di finanziamenti a favore della propria comunità, ci corre il dovere di precisare e, forse, anche d’informare chi ha trattato dell’argomento che la maggior parte della popolazione “effettiva” di Rossa risieda in porzioni di abitato irraggiungibili da autoveicoli».

«Località irraggiungibili»

E aggiunge: « Pare dunque impossibile, meno rare eccezioni, consegnare la spesa a domicilio in macchina, fatto salvo, forse, l’utilizzo di un motorino che però non ci pare corrispondere alle caratteristiche dell’autoveicolo in questione. Tali difficoltà logistiche, naturalmente, sono ben comprese da chi conosce, anche solo minimamente, la realtà locale o abbia visitato, almeno una volta, il nostro piccolo paesino, frazioni comprese».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente