Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Stranezza natalizia: passeggia in centro con un maiale al guinzaglio
Attualità Fuori zona -

Stranezza natalizia: passeggia in centro con un maiale al guinzaglio

L'animale passeggiava insieme ad una signora in centro ad Arona

Stranezza natalizia: passeggia in centro con un maiale al guinzaglio. E’ successo ad Arona l’altro giorno.

Stranezza natalizia: passeggia in centro con un maiale al guinzaglio

La redazione del Giornale di Arona ha ricevuto la telefonata di un lettore che ha notato una signora che camminava in centro ad Arona accompagnata da un maiale al guinzaglio. Un’immagine che ha lasciato senza parole in molti passanti e sta facendo sorridere sul web.

4 Commenti

  • Patrizia ha detto:

    Vi sembra strano perchè la maggior parte delle persone divide gli animali in due gruppi: quelli da coccolare e quelli da “mangiare”…..alla prima categoria appartengono (luogo comune) cani, gatti, conigli, a volte cavalli, a volte qualche altro animale fortunato…alla seconda invece tutti gli altri che ci hanno inculcato possono essere sfruttati per tutta la vita e poi ammazzati: maiali (appunto), mucche, vitelli, galline, polli, altri cavalli sfortunati, cinghiali, cervi, lepri, pesci e tutti gli altri!! Assurdo!!! Le persone dovrebbero informarsi, imparare ad interagire con tutti gli animali e capirebbe che ogni essere vivente ha gli stessi sentimenti, prova le stesse emozioni (gioia, paura, dolore, amore) proprio come il proprio cane, il proprio gatto e anche come loro stessi.
    Non vi è differenza nel diritto alla dignità e alla libertà!! E’ ciò che continuiamo a dire instancabilmente: tutti gli esseri viventi sono uguali di fronte alla Vita.

  • Roberta ha detto:

    Condivido in pieno quanto scritto!
    Le persone non si fermano a pensare …. ed anch’io ero così … cieca … o forse conveniva esserlo per non dover rinunciare …. ora e’ una grande soddisfazione !
    Ed ogni volta che al supermercato passo davanti ai banchi di carne e pesce provo tristezza ….

    • Ulbee ha detto:

      Fino al 31 marzo 2019, nei propri comuni di residenza, si può firmare per modificare la legge in materia di violenza sugli animali. Il cambiamento sancirebbe un inasprimento delle pene per chi commette questo reato. Iniziativa dell’ ente nazionale protezione animali. Ciao ‘Alberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente