Seguici su

Attualità

Temperature troppo alte: nel Po prolifera alga “aliena”

Pubblicato

il

Temperature troppo alte: nel Po prolifera alga “aliena”. Si tratta dell’Elodea Nuttallii, specie originaria del continente americano e inserita nella “lista nera” delle piante esotiche.

Temperature troppo alte: nel Po prolifera alga “aliena”

Poca acqua e temperature elevate hanno creato nel tratto torinese del Po l’ambiente ideale per lo sviluppo di un’alga “aliena”, l’invasiva Elodea Nuttallii.

Come riporta Prima Torino, si tratta di una pianta originaria del Nord e Sud America, introdotta come pianta ornamentale per laghetti e acquari. In Piemonte la specie è inserita in una “lista nera”, cioè nell’elenco di specie esotiche presenti diffusamente sul territorio, per le quali bisogna evitarne l’utilizzo e a cui possono essere applicate misure di contenimento ed interventi di eradicazione in aree circoscritte.
LEGGI ANCHE: Si scioglie il ghiacciaio a punta Indren: video impressionante

Proliferazione favorita dalle mutate condizioni climatiche

La proliferazione dell’Elodea nel tratto di Po cittadino, verificatasi in questo mese di luglio, è stata favorita dalle condizioni climatiche estreme che hanno rappresentato le condizioni ideali per lo sviluppo dell’esotica che predilige acque calme, calde e poco profonde.

L’Elodea è stata per quanto possibile sradicata dagli operatori. L’analisi della vegetazione e l’intervento sono state portate avanti da Arpa Piemonte congiuntamente al Comune di Torino, ENEA, Città Metropolitana, volontari delle Società rmiere ed Ente Parco del Fiume Po

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *