Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Quarona, tracce di simboli massonici sulla Casa delle suore di Valmaggiore
Attualità Borgosesia e dintorni -

Quarona, tracce di simboli massonici sulla Casa delle suore di Valmaggiore

Il progettista Crippa e il primo proprietario facevano entrambi parte di una loggia 

Ci sono anche simboli massonici sulla facciata di Villa Chiarino, la cosiddetta “casa delle suore” a Valmaggiore di Quarona, diventata famosa in questi mesi in quanto scelta come casa di accoglienza per i migranti (martedì scorso ne sono arrivati dieci). La costruzione, arricchita da una torretta quadrangolare con loggiato, è circondata da un giardino di circa 3.600 metri quadrati. Una relazione tecnica dell’architetto Raffaella Majer evidenzia diversi aspetti architettonici quali «le aperture del seminterrato evidenziate e incorniciate con davanzali e voltini in pietra con diverse lavorazioni» o «la snella colonna del portico di ingresso e, più in alto, le sei colonne del loggiato della torretta, realizzate in unico blocco lavorato a punta fine» e ancora «alla base del portico di ingresso un apparato decorativo formato da panche e balaustra in blocchi di forma geometrica».

Sopra il portico, sui due lati della base della balaustra del terrazzino, è ancora visibile la Stella di Davide con a lato due “C” (iniziali del committente Camillo Chiarino) che potrebbero rappresentare richiami simbolici tipici della Massoneria di cui il progettista architetto Angelo Crippa e lo stesso Chiarino facevano parte.

Articolo precedente
Articolo precedente