Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Trivero parrocchia Bulliana festeggia i 400 anni
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Trivero parrocchia Bulliana festeggia i 400 anni

Le iniziative proseguiranno fino a domenica

Trivero parrocchia bulliana

Trivero parrocchia Bulliana in festa per l’anniversario di costituzione.

Trivero parrocchia Bulliana le iniziative

Quattrocento anni dalla costituzione: la parrocchia dei santi Fabiano e Sebastiano di Bulliana festeggia. La manifestazione, curata dalla comunità frazionale con il patrocinio del Comune di Trivero, è in programma per questo fine settimana, fino a domenica, con momenti di riflessione, preghiera, musica e aggregazione. Le iniziative sono partite ieri con l’adorazione eucaristica guidata da frate Franco Busato. Stasera, sempre a partire dalle 21, la chiesa parrocchiale ospiterà il concerto del coro “Gesù nostra speranza” di Cossato e del coro “San Bernardo” della parrocchia di Trivero. Sabato 21 luglio sarà invece la volta di un concerto lirico sinfonico con i maestri Massimiliano Scoleri all’organo, Pierantonio Rasolo (baritono) e Pieraldo Falla (tromba). Domenica 22 alle 10.30 sarà celebrata la messa solenne che sarà presieduta dal vescovo di Biella monsignor Gabriele Mana; seguirà il pranzo in amicizia, aperto a tutti ma su prenotazione, nella cooperativa di Bulliana. Sul manifesto di presentazione della festa gli organizzatori hanno scritto la motivazione della celebrazione: “Celebrare il presente, ricordando il passato, guardando al futuro”.

La storia

La parrocchia di Bulliana è stata costituita nel 1618, appunto 400 anni fa, dopo essersi staccata da Trivero. Fin dal 1543 era retta da un vice-curato: poi i capi famiglia della frazione decisero di versare 600 fiorini al vescovo per avere la possibilità di scegliere il parroco tra una rosa di quattro nominati dal vescovo. L’antica chiesetta subì nel tempo diversi ampliamenti sino a quello del 1927. Al suo interno trova posto anche la grotta dedicata alla Madonna di Lourdes, che riproduce la storica cavità dove avvennero le apparizioni intorno a metà dell’800.

Il legame con Lourdes

Ogni anno a febbraio la ricorrenza della Madonna di Lourdes viene celebrata dalla comunità, che si sente storicamente legata al santuario sui Pirenei. E in effetti la grotta di Lourdes è l’elemento più caratteristico della parrocchiale. Fu creata nel 1912 dall’allora don Bartolomeo Maron Pot, che volle costruire la copia della celebra grotta di Massabielle dove la pastorella Bernadette vide la Madonna. L’idea fu subito accolta dai parrocchiani e dagli artigiani che si misero al lavoro per realizzarla. E nel 2012 la frazione celebrò i cento anni dalla realizzazione della grotta. Un tempo la piazza davanti alla chiesa era anche teatro della rappresentazione del presepe vivente, che si teneva la notte della Viglia e poi a Santo Stefano: una tradizione rinomata in tutto il Biellese, che purtroppo con gli anni si è persa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente