Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Valdilana buchi e frane lasciati lì da anni: la protesta
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Valdilana buchi e frane lasciati lì da anni: la protesta

L'esponente di Fratelli d'Italia Fulvio Chilò torna alla carica con uno dei suoi cavalli di battaglia: la sicurezza nelle strade.

Valdilana buchi e frane lasciati lì da anni: «A Rondò e a Lora ci sono dissesti che ormai sono entrati a far parte dell’arredo urbano».

Valdilana buchi e frane lasciati lì da anni

«Tante promesse, ma finora sulla sicurezza stradale a Valdilana non abbiamo visto alcun intervento». Fulvio Chilò torna a farsi sentire, questa volta come rappresentante di Fratelli d’Italia, il partito a cui ha aderito di recente.
LEGGI ANCHE: Valdilana anziano cade nel fosso: soccorso in elicottero in codice rosso

Promessa non mantenuta

«Provincia di Biella e amministrazione di Trivero già in passato avevano promesso interventi per sistemare alcune frane storiche e il problema della velocità a Ponzone – spiega -. Ma al di là di qualche buono proposito nei bilanci non ci sono tracce di interventi, nemmeno col nuovo Comune di Valdilana».

Per non parlare delle frane…

«A Rondò di Trivero – riprende il rappresentante di Fratelli d’Italia – abbiamo metà carreggiata transennata da anni con il rischio che da un momento all’altro dopo una pioggia abbondante possa cedere. Anche in questo caso avevo sentito tante belle parole, ma la Provincia continua a infischiarsene e il Comune tace».

Dissesti preoccupanti

Stessa situazione a Lora: «Ormai il buco in mezzo alla rotonda è diventato parte dell’arredo urbano. Eppure proprio la Provincia di Biella aveva parlato di una situazione preoccupante e da verificare dopo i primi sopralluoghi. Non è stato fatto nulla e non si intende fare nulla visto che a bilancio non ci sono impegni di spesa per quest’opera. Anche qui mi domando se dobbiamo aspettare il totale cedimento prima di intervenire».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *