Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Valdilana villa Grazia può rinascere con la nuova proprietà
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Valdilana villa Grazia può rinascere con la nuova proprietà

In corso la sistemazione del parco, che ha permesso di riscoprire le fontane.

Valdilana villa Grazia

Valdilana villa Grazia torna agli antichi fasti: la struttura ha un nuovo proprietario.

Valdilana villa Grazia rinasce

Un nuovo futuro per villa Grazia. L’edificio storico di Mosso torna a risplendere grazie al nuovo proprietario che l’ha acquistata all’asta e ha già avviato i lavori per rendere fruibile almeno il parco. E’ Corrado Martorana di Biella il nuovo proprietario dell’immobile in frazione Oretto che fu dell’onorevole Leone Garbaccio. Dopo la sua morte nel 1960, l’immobile venne dato a una istituzione caritatevole, ma da quel momento iniziò il suo declino. Per anni Villa Grazia è andata all’asta, all’interno è stata vandalizzata e completamente depredata di ogni bene. Quando Corrado Martorana l’ha vista la prima volta ha trovato soltanto distruzione, ma ha comunque voluto rilanciarla.

Sorprese in giardino

Ha saputo con la fantasia andare oltre lo sfacelo e così ripulendo il parco sono venute fuori di nuovo le fontane: quella del cavallo proprio in faccia alla villa, quella con il leone nella parte sottostante, poi un’altra nella zona a confine con il parco comunale, oltre alla vasca con lo zodiaco proprio nei pressi dell’entrata. «La mia prima intenzione – spiega – è di sistemare il parco e renderlo fruibile». Un grande lavoro è stato già fatto, ma prima di aprire al pubblico bisogna curare un giardino dimenticato da decenni. E poi c’è anche l’immobile. Si sta lavorando per il rifacimento del tetto, in modo da evitare che l’acqua piovana continui a provocare danni all’interno della struttura.

Eventi e matrimoni

Ad appassionare Martorana, ancora di più alla storia di Villa Grazia è stato Tiziano Bozzo, si sono conosciuti per caso: «Finalmente Mosso potrà tornare a godere di questa splendida dimora dimenticata da troppi anni». Poi in un secondo lotto si avvieranno i lavori al piano terreno recuperando almeno parte delle stanze. «Non escludo che si possa ricorrere al crowdfunding – spiega – visto che in fondo Villa Grazia, o Villa Poldina, è davvero un bene di tutti». In futuro la storica dimora potrebbe ospitare eventi, matrimoni, cerimonie di ogni genere, la location si presta con le sue scalinate eleganti, il parco sontuoso e una struttura storica. All’interno al momento c’è solo devastazione, i ladri negli anni si sono portati via tutto, dalle grondaie, agli elementi del bagno, oltre ad altri arredi, senza contare i danni che sono stati lasciati.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente