Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo appello dell’azienda agricola devastata: non dimenticateci
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo appello dell’azienda agricola devastata: non dimenticateci

La furia del fiume e una frana hanno cambiato volto alla proprietà. «Per fortuna almeno capre, cane e gattini si sono salvati».

Varallo appello dell’azienda agricola di Morca devastata: «Non dimenticateci».

Varallo appello dell’azienda agricola devastata

«Non dimenticatevi di noi» è l’appello di Erika Alesina alla quale l’alluvione ha devastato l’azienda agricola a Morca. Alla furia del fiume si è aggiunta una frana proprio dietro casa, profonda tre metri e lunga dieci, che ha distrutto il recinto delle capre, trascinato alberi e fango per decine di metri.

Allevamento di capre a Morca

Erika vive da qualche anno in quella casa a Morca dove, nonostante lavori negli alberghi della zona, alleva capre «più che altro per passione», ma quella sera, vista la forte pioggia che cadeva da ore e il fiume che si ingrossava, ha deciso di spostarsi a Valmaggia dalla nonna.
LEGGI ANCHE: Piena del Sesia divora il parcheggio di Morca

Animali in salvo

«Prima di partire ho ritirato in casa la cucciolata di gattini e il cane per fortuna – racconta -, almeno gli animali si sono salvati visto che la cuccia l’abbiamo trovata una quarantina di metri più in giù trascinata dal fiume. Il resto è stato letteralmente devastato: oltre al Sesia che ha allagato tutto e trascinato via ogni cosa, persino il garage, si è staccata una frana dietro casa che ha distrutto il recinto delle capre, loro per fortuna si sono salvate».

Tutto distrutto

Questo lo scenario terrificante che Erika si è trovata davanti la mattina di sabato 3 ottobre quando ha fatto ritorno nella sua proprietà. «La strada non c’era più, il resto? Un colpo al cuore. Per fortuna venerdì mi è stata mandata una ruspa che ha ripianato la strada e sistemato il terreno attorno a casa e sabato, grazie a un appello che ho lanciato sui social, c’è chi è venuto a darmi una mano per rifare il recinto delle capre».

A rischio anche la casa

«Sicuramente dovrà essere consolidata anche la riva franata, perché se resta così ci sarà con ogni probabilità un altro smottamento. E comunque se dovesse rimettersi a piovere intensamente è a rischio anche la casa. Per quanto mi riguarda non ho dubbi: visto come è andata, scapperò prima».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente