Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo ricorda Angelo Spezia: fu tra i fondatori del Rotary
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo ricorda Angelo Spezia: fu tra i fondatori del Rotary

Ingegnere e uomo di cultura, fece parte anche del direttivo della Società d’Incoraggiamento. Aveva 85 anni.

Varallo ricorda Angelo Spezia: il funerale è stato celebrato lunedì 25 marzo nella collegiata di San Gaudenzio.

Varallo ricorda Angelo Spezia

Dopo la laurea  in ingegneria industriale a Milano nel 1961, l’11 novembre 1964 si iscrisse all’Ordine  degli ingegneri della Provincia di Vercelli, che nel maggio del 2011, in occasione dell’assemblea annuale, volle sottolineare i suoi 50 anni  dal conseguimento del titolo professionale consegnandogli un riconoscimento speciale. Molto legato alla sua città e alla Valsesia, mise a disposizione le sue conoscenze per la salvaguardia e la promozione del patrimonio artistico culturale del territorio. Fece parte del  direttivo della Società d’Incoraggiamento allo studio del disegno e di Conservazione delle opere d’arte in Valsesia e si impegnò costantemente nella ricerca di fondi presso enti e fondazioni affinché si potessero eseguire importanti interventi di restauro non solo per Palazzo dei Musei ma anche per la parrocchia di Varallo.

La fondazione del Rotary Valsesia

Il nome di Angelo Spezia compare inoltre tra i 22 soci fondatori, valsesiani di nascita oppure di adozione, del Rotary Club Valsesia, nato il 24 novembre 1977, anno in cui il Rotary Club Borgomanero-Arona cedette al costituendo Club una parte del suo territorio, quello rappresentato dalla Valle del Sesia. La fondazione avvenne con il nome iniziale di “Rotary Club Borgosesia” al ristorante “Tre Re” di Borgosesia. Nel 2017 venne nominato socio onorario, mentre lo scorso anno festeggiò i 40 anni della fondazione del club. Spezia si è spento il 22 marzo a Treviglio, dove risiedeva da qualche anno.  Con la moglie Anita, aveva infatti deciso di trasferirsi da Varallo, dove aveva sempre vissuto e dove abita il fratello Mario, nel comune lombardo per stare vicino alla figlia Chiara, alla sua famiglia, e ai nipotini Beatrice e Diego.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente