Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo ricorda i 25 anni dalla frana. “Salvo grazie alla lavatrice”
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo ricorda i 25 anni dalla frana. “Salvo grazie alla lavatrice”

In occasione della cerimonia del 4 Novembre, ricordate le 14 vittime dell’alluvione del 1994. «Quei giorni sono indimenticabili».

Varallo ricorda i 25 anni dalla frana del Levante. Roberto Roux: mi ha salvato la lavatrice.

Varallo ricorda i 25 anni dalla frana

Era la notte tra il 5 e il 6 novembre 1994 quando una colata di fango si riversò su via Oberdan e le sue abitazioni. La frana coinvolse soprattutto tre palazzine e morirono quattordici persone. Tra gli abitanti e gli ospiti della zona, però, qualcuno si salvò e a venticinque anni dalla tragedia ricorda quell’evento come se fosse ieri: «Quei giorni sono indimenticabili – commenta Roberto Roux, sopravvissuto alla frana -. Dopo aver accompagnato la mia attuale moglie a casa, sono rientrato pieno di fango, sono andato in bagno e ho sentito un boato tremendo. Sono vivo per pura fortuna».

Salvato dalla lavatrice

A salvare Roux, allora ventitreenne, è stata la lavatrice: «Sono rimasto incastrato nel posto giusto al momento giusto – continua -. Sono stato sotto le macerie per due ore circa: momenti infiniti. Quando ho visto la luce dei pompieri e la mano che mi tirava fuori è stato incredibile». In casa con lui c’erano anche i genitori: tutti salvi. «Sono caduti in strada e sono stati risparmiati dal fango grazie al tetto. Dopo l’alluvione non è rimasto nulla, ma ho comunque continuato a vivere a Varallo: la mia città è questa», racconta Roux, che per primo si reca ogni anno sul luogo della frana. «La memoria è fondamentale affinché certi eventi non si ripetano», conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente