Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Via Crucis Bulliana, prime offerte ricordando don Angelo | LA LETTERA
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Via Crucis Bulliana, prime offerte ricordando don Angelo | LA LETTERA

«Grazie alla prime somme è stata possibile una manutenzione d’emergenza. C’è bisogno dell’aiuto di tutti».

via crucis bulliana

Via Crucis Bulliana: le prime offerte hanno permesso di effettuare i primi lavori di manutenzione d’emergenza.

Via Crucis Bulliana, il progetto

In arrivo le prime donazioni, ma c’è ancora molto da fare. Dal comitato che si occupa del progetto di restauro della Via Crucis tra Bulliana e la Brughiera riceviamo e pubblichiamo un primo bilancio.

«Dopo la presentazione del progetto di recupero del 30 novembre, in santuario, a cura dell’architetto Giovanni Vachino, e del suo appello a un rapido intervento per il salvataggio delle cappelle, iniziano a giungere le prime offerte. Sono significative le intenzioni con cui vengono devolute alcune delle prime somme che esprimono la riconoscenza verso chi ha tramandato quest’opera di devozione e d’arte. La prima somma è offerta in memoria dei defunti della Compagnia del Crocefisso che con impegno e sacrificio ha costruito e fatto decorare le cappelle e nel tempo ha curato la devozione alla Via Crucis».

Don Angelo

«Altre offerte sono in memoria di don Angelo Bergamo, ultimo parroco che ha potuto giovarsi della collaborazione della Compagnia e ne ha visto i componenti, vestiti delle tradizionali tuniche, aprire le solenni processioni con i bastoni decorati e le lanterne. Don Angelo ha curato le cappelle facendo mantenere il bosco ad adeguata distanza, revisionando le coperture, pulendo dagli arbusti l’area vicina e difendendo dall’umidità le fondamenta. In attesa della primavera e nella speranza di poter racimolare il necessario per eseguire i lavori progettati, grazie alla prime somme è stata possibile una manutenzione d’emergenza per preservare dalle infiltrazioni la muratura e i dipinti. C’è bisogno dell’aiuto di tutti: il noto proverbio recita “le gocce fanno il mare”: i piccoli gesti lasciano il segno e a lungo andare fanno la differenza».

Come contribuire

«E’ possibile contribuire in vario modo: in santuario all’accoglienza e presso il rettore; a Bulliana rivolgendosi a Renata Giacomone Piana e Angela Renza Fantin; oppure versando una somma su conto corrente di Biverbanca intestato santuario Madonna della Brughiera – Restauro Via Crucis (codice Iban IT70 X060 9044 8500 0000 1001 055. L’11 febbraio, giorno della festa ella Madonna di Lourdes, davanti alla chiesa di Bulliana ci sarà una postazione per la raccolta delle offerte. Donare è un atto di devozione, è un atto di riconoscenza verso chi ci ha trasmesso questa preziosa eredità, è un atto di tutela della bellezza del territorio da lasciare a chi verrà dopo di noi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *