Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Vintebbio casa del parroco resta invenduta
Attualità Serravalle e Grignasco -

Vintebbio casa del parroco resta invenduta

Finora nessuna richiesta di acquisto per l’immobile in vendita da oltre un anno. Intanto occorre intervenire in fretta sulla chiesa.

Vintebbio casa del parroco resta invenduta: l’ultimo a risiedervi fu don Pietro Lupo.

Vintebbio casa del parroco resta sul mercato

Nel mese di dicembre 2018 la parrocchia di Serravalle ha messo in vendita l’edificio in cui in passato hanno soggiornato i sacerdoti della frazione. L’ultimo a risiedere nella struttura fu don Pietro Lupo. «Sono trascorsi ormai un po’ di anni da quando l’abitazione è disabitata – commenta don Ambrogio Asei Dantoni -. La struttura in sé è composta da un pian terreno e uno rialzato con 3-4 stanze per ciascuno. È dotata anche di un cortile interno e di un garage».

Non convince

La posizione particolare e le condizioni in cui versa l’immobile hanno fatto desistere in molti dall’acquisto. «L’abitazione si trova proprio attaccata ad altre case e nella parte retrostante la chiesa. Il problema è che essendo chiusa da tempo, necessita di alcuni interventi – prosegue il sacerdote serravallese -. A ciò si aggiunge un ulteriore aspetto: nel corso degli anni, anche quando veniva utilizzata, non sono mai stati portati avanti lavori puntuali. Il risultato è che ad oggi metterci le mani significa investire parecchi fondi che noi non abbiamo».

Lavori sulla chiesa

In primavera la parrocchia ha intenzione di porre la sua attenzione sulla chiesa vintebbiese. «Dobbiamo intervenire al più presto – conclude il sacerdote -. Abbiamo cercato di mettere mano alla cappella invernale ma è necessario proseguire perché l’edificio richiede parecchie opere. Nei prossimi mesi ci muoveremo affinché anche la chiesa di Vintebbio possa essere coinvolta in qualche intervento. Non sappiamo ancora le tempistiche ma l’intenzione di sistemare la struttura c’è».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente