Seguici su

Cronaca

A terra sanguinante denuncia un’aggressione. Ma i carabinieri lo smascherano

Pubblicato

il

Giovani calciatori si cappottano dopo l’allenamento. Novarese in rianimazione

Cossato, a terra sanguinante e col volto ferito denuncia aggressione. Ma il 55enne ha poi ammesso di essersi inventato tutto.

Cossato, a terra sanguinante denuncia un’aggressione

Nella tarda serata di martedì 8 febbraio il rinvenimento di un uomo a terra, sanguinante, aveva destato l’attenzione degli inquirenti. Lo riportano i colleghi di Prima Biella.

Trasportato all’ospedale di Ponderano (e poi dimesso con una prognosi di 10 giorni), l’uomo aveva riferito di essere stato brutalmente aggredito da uno sconosciuto.

Indagano i carabinieri

Data l’inspiegabile violenza dell’episodio, senza perdere tempo i Carabinieri della Compagnia di Cossato avevano riservatamente messo in campo tutte le risorse a disposizione, attivando il personale del Nucleo Operativo, dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione; in modo da raccogliere ogni elemento utile per poter ricostruire integralmente la vicenda.

L’attività certosina svolta dai militari attraverso l’immediata escussione dei testimoni e l’analisi accurata delle immagini degli impianti di videosorveglianza presenti nel centro cittadino ha consentito di ricostruire gli spostamenti del denunciante, così da verificare e smontare punto per punto le lacunose dichiarazioni da lui rese.

Messo alle strette dalle serrate domande degli investigatori, il soggetto, un 55enne della zona, non ha potuto far altro che ammettere di essersi inventato tutto e che i traumi da lui riportati erano frutto di una caduta accidentale.

Rientrato l’allarme, dal Comando di via Marconi sarà inviato un dettagliato rapporto sull’accaduto alla Procura della Repubblica di Biella.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *