Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Assessore Ghemme becca abusivo dei rifiuti: il “raid” in area Topaldo
Cronaca Novarese -

Assessore Ghemme becca abusivo dei rifiuti: il “raid” in area Topaldo

L'uomo aveva con sé un carrello carico di sfalci erbosi, che devono essere smaltiti all'isola ecologica.

assessore ghemme

Assessore Ghemme sorprende una persona che abbandona il “verde” nell’area Topaldo: multato.

Assessore Ghemme scopre rifiuti abbandonati

Aveva con sé un carrello di sfalci erbosi, il cosiddetto “verde” (che vanno smaltiti esattamente come altri materiali nella piattaforma ecologica) da scaricare nell’area Topaldo a Ghemme. L’uomo è stato stato sorpreso grazie all’attenzione, non metaforica, degli amministratori cittadini. Il fatto è accaduto venerdì: l’assessore ai lavori pubblici Franco Gioria ha notato un’auto che transitava nel paese con agganciato un carrello pieno di “verde”, rami derivati dalla manutenzione del giardino. Incuriosito, l’assessore ha deciso di seguire l’auto, scoprendo che l’uomo si dirigeva verso l’area Topaldo, al centro della cronaca negli ultimi giorni per i continui abbandoni di rifiuti.

I rifiuti

Sotto gli occhi esterrefatti dell’amministratore, l’uomo ha tranquillamente scaricato gli sfalci erbosi nella zona industriale mai decollata. Nel frattempo sono arrivati anche il sindaco, Davide Temporelli e il comandante della polizia municipale Anna Assi con alcuni agenti. Colto in flagrante, l’uomo avrebbe detto agli agenti che non sapeva dell’obbligatorietà di portare gli sfalci erbosi in discarica. La legge comunque non ammette ignoranza, e così è scattata la multa. Proprio giovedì scorso, tra l’altro, a Ghemme si è tenuto un incontro dove gli amministratori e i tecnici del Consorzio Medio Novarese hanno spiegato alla cittadinanza come funziona la raccolta dei rifiuti e l’isola ecologica.

Foto-trappole e multe

Un gesto piuttosto strano quello di scaricare il “verde” abusivamente, visto che i privati non pagano nulla per lo smaltimento in discarica. Ovviamente poi il ghemmese ha dovuto riportarsi via quello che aveva abbandonato. Per contrastare gli abbandoni di immondizia a Ghemme non è escluso che prossimamente possano essere installate le foto-trappole, dispositivi mobili di video-sorveglianza, piazzati in diversi punti del paese, che nella vicina Romagnano, a un mese dall’entrata in funzione, stanno dando ottimi risultati. Così come potrebbero inasprirsi le sanzioni per chi abbandona l’immondizia, con importi fino a 500 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente