Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Borgosesia gattino investito: il conducente rischia denuncia per omissione di soccorso
Cronaca Borgosesia e dintorni -

Borgosesia gattino investito: il conducente rischia denuncia per omissione di soccorso

«Le telecamere hanno ripreso il colpevole: che si presenti alla polizia municipale».

gattino investito

Gattino investito nella Rua: l’automobilista non si è fermato a soccorrerlo e l’animale è morto.

Gattino investito nella Rua

Brutto episodio nella Rua di Borgosesia: un gattino è stato investito e ucciso da un’auto. Il conducente non si è fermato a prestare soccorso all’animale. «Sono stata allertata immediatamente dopo l’accaduto – racconta l’assessore Eleonora Guida – e ho visto personalmente il sangue a terra causato dall’investimento e dal trascinamento del gattino. Ho anche parlato con la signora che amorevolmente se ne prendeva cura e che è rimasta sconvolta. Chi ha investito il gatto, pur essendosene accorto, non si è fermato a soccorrerlo: un comportamento inaccettabile».

Le riprese

C’è però una telecamera in corrispondenza del punto dove è avvenuto il fatto. «Grazie al capillare sistema di videosorveglianza di cui la nostra città è dotata, siamo in breve risaliti al momento dell’investimento – racconta Guida – è evidente che la vettura ha affrontato la strettissima via a velocità inadeguata e tale da mettere a rischio anche l’incolumità dei passanti. È altrettanto evidente che l’autista si è accorto di aver investito il gatto, infatti ha rallentato ed esitato un attimo, poi è ripartito lasciando l’animaletto in preda alle convulsioni in mezzo alla strada. L’auto è ben visibile, dunque sappiamo chi è il colpevole».

Le conseguenze

«Il responsabile di questo evento deplorevole sarà denunciato e sanzionato come previsto dall’articolo 189 del codice della strada (multa da 413 a 1653 euro per omissione di soccorso) – avverte l’assessore – stiamo inoltre valutando, visto che l’autista si è evidentemente accorto di aver ucciso il gatto, l’applicabilità dell’articolo 544 bis del codice penale».

L’appello

Guida lancia un appello al responsabile : «Lo invito a presentarsi spontaneamente presso la Polizia Municipale per fornire la sua versione dei fatti – annuncia – sarebbe un gesto di civiltà oltre che di responsabilità. Altrimenti, procederemo come previsto dalla normativa corrente».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente