Seguici su

Cronaca

Cadono tegole dal campanile: area transennata a Pianceri Alto

Pubblicato

il

Cadono tegole dal campanile: intervengono i Vigili del fuoco di Biella e Ponzone.

Cadono tegole dal campanile: area transennata a Pianceri Alto

Sabato scorso, 13 marzo, a Pray alcuni residenti hanno notato il campanile della chiesa di Pianceri Alto “perdere pezzi”. Tegole cadevano da 37 metri di altezza. Per fortuna nessun passante è rimasto coinvolto e colpito da uno dei calcinacci. L’area è stata immediatamente transennata in attesa dei Vigili del fuoco. Un intervento fin da subito rivelatosi difficile, a causa delle strade piuttosto strette che hanno ostacolato l’arrivo dei pompieri.

È servita l’autoscala

L’intervento ha quindi visto impegnati i vigili del fuoco di Biella e gli uomini del distaccamento volontario di Ponzone. Grazie all’utilizzo dell’autoscala, i vigili hanno potuto rimuovere le tegole pericolanti. La chiesa si trova infatti nel centro del paese, in una posizione di passaggio.

Necessario un intervento di ristrutturazione

I vigili del fuoco hanno anche eseguito un sopralluogo, che ha messo in evidenza alcuni punti critici. «Ancora una volta è stato determinante l’intervento dei vigili del fuoco – spiega il sindaco Gian Matteo Passuello -. Oltre a rimuovere le tegole, hanno anche verificato le condizioni di stabilità della cella campanaria, che in diversi punti si presenta ammalorata». Negli ultimi anni, infatti, il campanile non ha più subito interventi di riqualificazione e il tempo si fa sentire.

Programmare un’opera di recupero

Anche il sindaco Gian Matteo Passuello ha sottolineato la necessità di avviare un’opera di recupero. «Nel prossimo futuro si renderà necessario effettuare lavori di manutenzione e conservazione del campanile non più rinviabili anche dopo quanto è successo proprio per non correre ulteriori rischi». La parrocchia dovrà pensare quindi a un progetto conservativo del manufatto.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *