Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Escursionisti persi nella nebbia sopra Carcoforo
Cronaca Varallo e Alta Valsesia -

Escursionisti persi nella nebbia sopra Carcoforo

Solo nel tardo pomeriggio una coppia è stata recuperata.

Escursionisti persi nella nebbia sopra Carcoforo. Solo nel tardo pomeriggio una coppia è stata recuperata.

Escursionisti persi nella nebbia sopra Carcoforo

A causa della nebbia ci sono volute ore prima di poter individuare e recuperare una coppia di escursionisti dispersi sui monti di Carcoforo. Una volta raggiunti nella prima serata di oggi, mercoledì 20 ottobre, i due sono tornati in paese a piedi con i soccorritori.

La coppia di escursionisti è rimasta bloccata nella zona della Cima Lampone, intorno a quota 2500 metri. Le condizioni meteo non hanno consentito di raggiungerli dal cielo ma un elicottero del Soccorso alpino della Guardia di Finanza è riuscito a trasportare in quota una squadra mista Sasp Sagf che ha proseguito a piedi per circa un’ora di cammino.
LEGGI ANCHE: Escursionista disperso trovato morto in un canalone

Alla fine sono stati individuati

Per fortun nel tardo pomeriggio i soccorritori hanno stabilito un contatto vocale con i dispersi. Sul posto hanno operato anche i vigili del fuoco. La prima squadra elitrasportata a causa della nebbia non è riuscita a vedere, né a raggiungere i due. Sul posto è allora salita anche una seconda squadra elitrasportata, del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, a supporto. Nel frattempo una terza squadra era partita a piedi da Carcoforo.
Foto d’archivio

2 Commenti

  • Angelo ha detto:

    Ma guardare le previsioni del tempo prima di partire?

    • Ennio ha detto:

      Non basta, bisogna avere familiarità con la zona, saper seguire i sentieri anche nella nebbia, e rimanere calmi per individuare la giusta via del ritorno.
      La nebbia può formarsi anche senza preavviso da parte delle previsioni meteo.
      Purtroppo molti vogliono perseguire l’obiettivo e percorrono zone che non conoscono. Con la nebbia, poi, uno su due si fa prendere, se non dal panico, dall’angoscia, dalla fretta di venirne fuori, ed anche ciò è pericoloso.
      Comunque bisogna essere sinceri con sé stessi, ed abbandonare se le condizioni peggiorano. Nebbia e notte fanno perdere la strada a meno di non avere grande esperienza della zona.
      I veri esperti, poi, sono quelli che sanno rinunciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *