Cronaca Gattinara e Vercellese -

Falsi corrieri a Rovasenda tentano di prendersi gli abiti da una ditta

"Siamo incaricati di ritirare la merce". Ma la titolare chiama i carabinieri.

Falsi corrieri a Rovasenda tentano di prendersi gli abiti da una ditta. “Siamo incaricati di ritirare la merce”. Ma la titolare chiama i carabinieri.

Falsi corrieri a Rovasenda tentano di prendersi gli abiti da una ditta

Erano entrati in ditta con un furgone preso a noleggio e con targa contraffatta. E avevano spiegato di essere gli addetti per il ritiro dei capi di abbigliamento. La titolare dell’azienda aveva però già avvisato i carabinieri dopo aver ricevuto la telefonata che avvisava dell’arrivo del furgone.

Non risultava infatti che dovesse arrivare alcun corriere, per cui la donna, titolare di un’azienda manifatturiera di Rovasenda, si è insospettita e ha contattato la caserma di Buronzo.
LEGGI ANCHE: Novantenne di Villa del Bosco sventa la truffa e scaccia il ladro

L’intervento dei carabinieri

I militari della stazione di Buronzo, unitamente a quelli del Nucleo radiomobile di Vercelli e della stazione di Casanova Elvo, hanno così predisposto un servizio di osservazione nei pressi dell’azienda, bloccando i truffatori di origine campana, prima che potessero impossessarsi della merce.

Denunciati entrambi

A seguito dei controlli cui sono stati sottoposti, uno dei due è stato trovato in possesso di una modica quantità di hashish ed è stato pertanto segnalato alla competente prefettura.

Nei confronti di entrambi, invece, i carabinieri hanno fatto scattare una denuncia a piede libero per tentata truffa in concorso e uso di atto falso, in relazione alle norme del codice della strada che puniscono chiunque falsifichi, manometta o alteri targhe automobilistiche oppure usi targhe manomesse, falsificate o alterate.
Foto d’archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *