Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Figlio tossico minaccia padre: 13mila euro o ti tiro il collo
Cronaca Fuori zona -

Figlio tossico minaccia padre: 13mila euro o ti tiro il collo

L'uomo non osava più nemmeno tornare a casa. Alla fine ha deciso di chiamare la polizia di Vercelli.

minaccia la ex

Figlio tossico minaccia padre: «Dammi 13mila euro o ti torco il collo, bastardo».

Figlio tossico minaccia padre: e lui chiama la questura

Domenica 24 marzo un uomo ha telefonato  alla questura di Vercelli dicendo che il figlio lo aveva chiamato minacciandolo di morte se, una volta rientrato a casa, non gli avesse consegnato una cospicua somma di denaro. La frase riportate è pesante: «Dammi 13mila euro, anzi vanno bene anche 10.000, altrimenti ti torco il collo… bastardo». Già nel pomeriggio il giovane, tossicodipendente noto alle forze dell’ordine, aveva avuto un litigio con il padre, che aveva perciò preferito allontanarsi da casa.

Un dramma che andava avanti da tempo

Il padre, dopo la telefonata del figlio aveva addirittura paura di rientrare in casa. Come riporta notiziaoggivercelli.it, una volante della polizia ha quindi raggiunto l’uomo minacciato dal figlio ed hanno appreso che questi, più di una volta era ricorso a minacce, per ottenere cospicue somme di denaro. In alcune occasioni il genitore era addirittura stato aggredito fisicamente. Il dramma familiare andava avanti da molto tempo. Un caso del tutto contrario a quello accaduto di recente nel Biellese, dove era stato il padre a minacciare pesantemente il figlio per spronarlo a cercare un lavoro.

Il ragazzo minacciava anche i vicini

Il giovane nei giorni precedenti era stato oggetto di numerosi interventi delle volanti a causa del suo comportamento minaccioso nei confronti dei vicini di casa, tanto che uno di essi lo aveva denunciato per le molestie e le minacce ricevute. Accompagnati nell’appartamento, gli agenti rintracciavano il giovane in evidente stato di ebbrezza, che gli accoglieva così: «Che cazzo volete? non ho fatto niente». Alla fine veniva accompagnato in questura, arrestato in flagranza di reato per tentata estorsione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *