Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Grignasco cani avvelenati: indignazione in paese
Cronaca Serravalle e Grignasco -

Grignasco cani avvelenati: indignazione in paese

Appello del proprietario sul gruppo locale di Facebook: chi sa qualcosa si faccia avanti.

Grignasco cani avvelenati: indignazione in paese. Appello del proprietario sul gruppo locale di Facebook: chi sa qualcosa si faccia avanti.

Grignasco cani avvelenati: indignazione in paese

Chi sa qualcosa, si faccia avanti perché una denuncia è quanto mai opportuna. E’ l’appello lanciato da un uomo sul gruppo Facebook “Sei di Grignasco se…” a proposito di due cani uccisi da un misterioso avvelenatore. «Nel giro di pochi giorni – scrive l’uomo in un post apparso qualche giorno fa – due dei cani della mia famiglia sono morti dopo un avvelenamento… Dato che chiunque ci conosca sa perfettamente dove abitiamo, è indubbio che chiunque abbia fatto questo poco amichevole scherzo sappia da dove passare, perché il recinto dei cani terminava nel nostro bosco, quindi quello che penso è che sia proprio qualcuno del paese».

LEGGI ANCHE: Volpi morte e bocconi avvelenati tra Grignasco e Prato Sesia

“Voglio denunciare”

Insomma, pare che la cerchia dei possibili responsabili non dovrebbe essere troppo ampio. «Una “persona”, ma forse è meglio dire animale, che compie un’azione del genere, meschina egoista ed ipocrita, è senza dubbio abbastanza ignorante da vantarsi con qualcuno – si legge ancora nel post -: quindi sarei davvero grato se chiunque sapesse qualcosa di farsi avanti anche in privato, perché una cosa del genere merita fuor di dubbio una denuncia».

Foto d’archivio

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Un Commento

  • Elena ha detto:

    Prenderli, tagliarli i “gioielli di famiglia” e fargli rimpiangere il giorno in cui sono nati!!!!!! Maledetti vermi schifosi, con tutto il rispetto per i vermi!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente