Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Infermiera molesta carabiniere: dopo tre anni arriva la denuncia per stalking
Cronaca Fuori zona -

Infermiera molesta carabiniere: dopo tre anni arriva la denuncia per stalking

Un'ossessione iniziata nel 2017 è stata finalmente interrotta da un divieto di avvicinamento.

Infermiera molesta carabiniere da tre anni: era un continuo tempestarlo di messaggi, addirittura presentandosi in caserma o chiamando ripetutamente anche presso conoscenti dell’uomo.

Infermiera molesta carabiniere

Come riportano i colleghi di Prima Biella, una donna di 36 anni, infermiera presso l’Ospedale di Biella, è stata denunciata per stalking da un quasi coetaneo, maresciallo dei Carabinieri, 35 anni, che si è rivolto alla magistratura lamentando le molestie della donna, che avrebbero avuto inizio addirittura nel 2017.
LEGGI ANCHE: Maltrattamenti, stalking e violenza sessuale: in un anno 225 denunce

Un’ossesione

Sembra che una conoscenza nata casualmente in ospedale, dove il carabiniere si era recato per ragioni di servizio, si sia trasformata in un’ossessione per la donna, che ha iniziato a tempestarlo di messaggi, sui social, sul telefonino, addirittura presentandosi in caserma o chiamando ripetutamente anche presso conoscenti dell’uomo.

Il divieto di avvicinamento

Le indagini disposte dalla procura avrebbero in pochi giorni accertato la fondatezza della accuse del militare e il giudice delle indagini preliminari all’inizio di questa settimana ha imposto alla giovane infermiera un “divieto di avvicinamento” alla sua presunta vittima.

Un Commento

  • Vani ha detto:

    Purtroppo conosco questa storia lei veniva da me in negozio a raccontare cose assurde ed incomprensibili, avevo capito che i suoi racconti non potevano essere veritieri ma credevo fossero invenzioni sue per attirare l’attenzione, che fosse semplicemente il modo di una persona poco equilibrata di attaccare bottone, che fosse una vera e propria storia inventata.
    Sono sconvolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente