Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Parroco vuole benedire il nuovo mezzo: il sindaco non lo permette
Cronaca Fuori zona -

Parroco vuole benedire il nuovo mezzo: il sindaco non lo permette

"Il pulmino non c'entra con la religione". Curioso episodio che sta facendo discutere.

Parroco vuole benedire il nuovo mezzo: il sindaco non lo permette. “Il pulmino non c’entra con la religione”. Curioso episodio che sta facendo discutere.

Parroco vuole benedire il nuovo mezzo: il sindaco non lo permette

Curioso episodio accaduto a Bibiana, piccolo centro del Torinese. C’era un nuovo pulmino comunale da inaugurare, e a tagliare il nastro è stato il presidente della Regione Alberto Cirio. Fra i presenti anche il diacono della parrocchia di San Marcellino con l’intenzione di benedire il pulmino dedicato al trasporto degli studenti: ma il sindaco ha detto no, precisando successivamente che in un colloquio preliminare si era già deciso di soprassedere.

Il parroco ne parla a messa

Il diacono si è portato a casa il rifiuto ma lo smacco dev’esserci stato, al punto da portare il sacerdote a tornare sull’argomento alla fine della messa di domenica, successivamente però ha smorzato i toni dicendo che ormai la questione era trascesa al pettegolezzo. Il sindaco di Bibiana Fabio Rossetto ha spiegato le sue ragioni: non si trattava di una festa religiosa, bensì di un contesto laico se non politico, motivo per il quale ha ritenuto non fosse opportuno procedere con il rito, considerando che “ci sono tante religioni e c’è anche chi di religione non ne ha nessuna”.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

15 Commenti

  • TheVoid ha detto:

    Assolutamente d’accordo con la decisione del sindaco che è il laico rappresentante del nostro LAICO Stato. La religione e le sue superstizioni, lasciamole fuori dalla politica e dalla vita dello Stato. Questi “riti” rappresentano una usanza che non ci appartiene (checchè se ne dica) e sono una mancanza di rispetto anche verso chi non crede ed è libero di non credere e che nulla aggiungono (se non il ridicolo) al mezzo di trasporto in questione. Bene così.

    • Elena ha detto:

      Bravo The Void, finalmente qualcuno ha il coraggio di affermare queste cose, ancora PURTROPPO un tabù in questo Paese!!!!!!! 👏
      Condivido ogni singola parola….e non c’è nient’altro da aggiungere!

  • L. ha detto:

    L’Italia è una Repubblica democratica laica e aconfessionale; è quindi un bene che un Sindaco si sia espresso in termini di laicità.

  • Angyangy ha detto:

    Sono gesti espressione della cultura del passato, sicuramente migliore di quella espressa oggi. A me piacciono anche questi piccoli gesti. Purtroppo si difende a spada tratta chi difende una altra espressione di libertà. La mia libertà di apprezzare questi momenti conta veramente così poco?

    • Fabrizio ha detto:

      sono D’accordo con te Angyangy!!piccoli gesti che fanno bene al cuore.Si vede che il Sindaco di Bibiana ha deciso in base alla sua idea personale,magari ai suoi cittadini faceva piacere il contrario.

      • Tiziana ha detto:

        Avete ragione ci stiamo inaridendo per uno stile “politicamente corretto “. Quando poi di fronte alle avversità importanti della vita si ricordano di essere cristiani, perché le altre due religioni monoteiste in ogni occasione ribadiscono il loro credo.

  • alessandro belviso ha detto:

    vada a benedire la sua auto, basta intromissioni nella vita politica di questi portatori di morale che si credono di rappresentare Dio

    • Roberto x ha detto:

      @ Alessandro B.
      Non si dimentichi che i sacerdoti sono i legittimi ministri di Dio: vero è che il termine “sacerdote” venne usato per la prima volta nel 300 d.c.; ma è altrettanto vero (lo si evince dal Vangelo), che fu Cristo stesso ad investire i Suoi discepoli di tale ministero, ovvero perpetuare la Sua testimonianza nel mondo.
      La morale, non c’entra.

  • Tiziana ha detto:

    Sono d’accordo con Fabrizio, siete tutti laici e professate il “politicamente corretto ” fino a quando un dramma non vi colpisce, poi vi ricordate di essere cristiani. E allora il cero in chiesa andate ad accenderlo. Vi ricordo che le altre due religioni monoteiste non dimenticano mai di sottolineare la loro appartenenza.

    • Elena ha detto:

      Gentile Tiziana, le assicuro per esperienza di eventi passati purtroppo sulla mia pelle che non è esattamente come dice lei.
      Non faccio generalizzazioni, ma la maggior parte degli atei lo è per coscienza personale maturata dopo un lungo percorso mentale e di informazione e lo rimane sempre, in ogni caso, disgrazie o eventi avversi compresi.
      Rispettare le idee altrui senza imporre le proprie, ancora di più nel 2020, e soprattutto un reciproco rispetto sono il sale e il motore della vita.
      Saluti.

      • maugnostico ha detto:

        Gentile Elena,
        Voleva forse dire che un lungo percorso informativo, soprattutto scientifico, porta ad essere agnostici ??
        (essere atei è tutt’ altra cosa…. che con il percorso mentale e di informazione non c’ entra nulla , anzi…va a braccetto in primis con ignoranza e luoghi comuni…..) C’è chi riesce a fare politica (e che politica……) anche per un gesto innoquo per tutti , soltanto perchè non è condiviso! Poveri noi………

      • Roberto x ha detto:

        @Elena
        È giusto rispettare il prossimo, ma la verità va detta, anche perché Cristo disse di se stesso: ” “IO SONO LA VIA, LA VERITA’ E LA VITA” (Gv.14,1-12)

  • alessandro belviso ha detto:

    abbiamo un missionario!

  • Fabrizio ha detto:

    Fa sorridere che x inaugurare un pulmino si sia scomodato il Presidente della Regione….se non e’ pubblicità politica questa!!!!Però la benedizione no perchè andava contro le altre Religioni!!Siamo al grottesco….Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente