Cronaca Fuori zona -

Simona bruciata in auto: sempre grave al Cto

Ancora in prognosi riservata la 40enne che a inizio febbraio fu ferocemete aggredita da uno stalker

bruciata in auto

Simona bruciata in auto: sempre grave al Cto la donna che a inizio febbraio fu vittima di una feroce aggressione nel parcheggio davanti al luogo di lavoro.

Simona bruciata in auto: sempre grave al Cto

Restano sempre molto gravi le condizioni di Simona Rocca, la donna di Vercelli che il 4 febbraio era stata aggredita da uno stalker che la perseguitava da tempo. In quella occasione, Mario D’Uonno, ex guardia giurata, aveva speronato l’auto della donna appena arrivata nel parcheggio del luogo di lavoro, poi aveva gettato benzina e aveva dato fuoco alla vettura con Simona dentro. Si è salvata per miracolo.

Ancora in prognosi riservata

Da quel giorno è iniziato un calvario di interventi al Cto di Torino, con i medici impegnati ad affrontare le numerose e gravi ustioni diffuse sul 45 per cento del corpo. Ma le cose vanno molto a rilento, tant’è che per Simona non è ancora nemmeno stata sciolta la prognosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.