Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > In gara ben 123 poesie per il concorso di Prato Sesia
Attualità, Cultura e turismo Novarese -

In gara ben 123 poesie per il concorso di Prato Sesia

Ottantanove poesie in lingua italiana per la sezione adulti, 18 in dialetto piemontese e 16 realizzate dagli autori  con meno di 18 anni

Ottantanove poesie in lingua italiana per la sezione adulti, 18 in dialetto piemontese e 16 realizzate dagli autori  con meno di 18 anni: 123 poesie per questa edizione del concorso di poesia “Castello di Sopramonte”, giunto al suo dodicesimo anniversario e organizzato dal gruppo alpini di Prato Sesia, in collaborazione con il comune e la provincia di Novara.

Nei giorni scorsi si sono chiuse le iscrizioni: agli alpini pratesi sono arrivate buste da tutta Italia e qualcuna addirittura da oltreoceano, a dimostrazione del fatto che il concorso rappresenta ormai un punto di riferimento per gli appassionati di poesia, dialettale e non, e un valido trampolino di lancio per i più giovani.

«Anche quest’anno abbiamo ottenuto un ottimo risultato – osserva soddisfatto l’alpino Angelo Frasson, organizzatore del concorso – e quello che fa piacere è che sono pervenute poesie da molti poeti nuovi, praticamente da tutta Italia e addirittura dall’estero: una dal Brasile e una dall’Argentina».

Si sono cimentati nella poesia anche i ragazzi delle scuole elementari del paese: «Grazie alle classi quarta e quinta elementare di Prato Sesia e alle maestre e alla preside che hanno saputo stimolare i loro alunni a scrivere – dichiara Frasson – devo dire che come organizzatore del concorso sono molto felice e ringrazio tutti i poeti». Il concorso è dedicato alla memoria di don Antonio Guarneri, sacerdote pratese, insegnante, scritto tondo, e della poetessa Barbara Valsesia.

La premiazione è in programma per sabato 17 settembre, nella sala consiliare del municipio di Prato Sesia. Come di consueto, la cerimonia sarà l’occasione non solo per premiare le opere migliori, ma anche per leggere le poesie e condividere un momento culturale.

Articolo precedente
Articolo precedente