Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Turismo sostenibile domani ciaspolata a Rassa
Cultura e turismo Varallo e Alta Valsesia -

Turismo sostenibile domani ciaspolata a Rassa

Una gita per promuovere maggiore attenzione nei confronti della montagna

turismo sostenibile, ciaspolata, ciaspole, rassa, legambiente

Turismo sostenibile una ciaspolata per la montagna.

Turismo sostenibile con la ciaspolata di Legambiente

Sulle ciaspole per scoprire la bellezza e al tempo stesso la vulnerabilità della montagna. Si chiama “Nevediversa” l’iniziativa che Legambiente propone domenica a Rassa a partire dalle 9. Anche il Circolo Legambiente del Vercellese aderisce a Nevediversa, la Campagna del Cigno Verde volta a promuovere un approccio dolce al turismo invernale. Come già altri territori montani, quest’anno anche in Valsesia ci sarà una passeggiata al ritmo lento delle ciaspole, alla scoperta di incantevoli luoghi della valle di Rassa.

La campagna

L’edizione 2018 si carica di un significato particolare, come spiegano gli organizzatori: .«Ora più che mai, infatti, questa campagna invernale è utile per accendere i riflettori sugli aspetti della vulnerabilità delle nostre montagne, indicando la via del turismo sostenibile e slow, alternativo non solo alla monocultura dello sci alpino, ma soprattutto a pratiche aggressive come l’eliski. In Francia, Germania, Slovenia e Liechtenstein è del tutto vietato ed auspichiamo che anche l’Italia faccia questa scelta». Per l’escursione il circolo ha adottato la ciaspolata organizzata dall’associazione culturale Wild all’alpe Sorbella di Rassa domenica 18 febbraio.

Alla scoperta delle valli minori

Aggiungono da Legambiente: «Con questa scelta il circolo vuole ricordare il pregio paesaggistico delle valli considerate “minori” della Valsesia, dove è possibile praticare un turismo invernale appagante ma senza impatti ambientali. Queste valli, tuttavia, stanno subendo notevoli attacchi per lo sfruttamento ingiustificato dei corsi d’acqua. Sfruttamento contro il quale Legambiente, assieme ad altri soggetti, si oppone puntualmente».

Il percorso

L’escursione proposta percorre parte della val Sorba, la valle dei Tremendi, sino l’alpe Sorba. Si oltrepassa il torrente e si sale attraverso la pineta che adorna i fianchi della cima Talamone m. 2488, sino all’alpe Sorbella. In base alle valutazioni del gruppo l’escursione potrà proseguire da Sorbella dove si aprono dolci pendii che conducono alla colma Colora. Una panoramica cresta conduce in breve alla cima del monte Bo di Valsesia m. 2071 con vista magnifica sul Monte Rosa. Al termine dell’escursione, è prevista la possibilità di rimanere in compagnia per una merenda in un locale tipico di Rassa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente