Notizia Oggi Borgosesia > Economia e scuola > Coronavirus: gli effetti sull’economia
Economia e scuola -

Coronavirus: gli effetti sull’economia

Oggi Piazza Affari ha chiuso in calo e lo spread è in rialzo. Intanto il Governo sta preparando un decreto a sostegno delle famiglie e delle imprese della "zona rossa".

Coronavirus: gli effetti sull’economia. A risentirne soprattutto il turismo e l’esportazione dei prodotti Made in Italy.

Coronavirus: gli effetti sull’economia

Secondo il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco «l’impatto del coronavirus sul Pil dell’Italia potrebbe essere di oltre lo 0,2%». A risentirne saranno soprattutto il turismo e l’esportazione dei prodotti Made in Italy. Ad esempio, il vicedirettore dell’Associazione veneziana degli albergatori (Ava) Daniele Minotto ha fatto sapere che l’ammontare delle disdette delle prenotazioni negli hotel è stimato al 40 per cento. Trenitalia e Italo hanno annunciato il rimborso totale dei biglietti acquistati fino al 23 febbraio per chi rinuncia a viaggiare.

Prezzi in tilt

A Febbraio il mercato automobilistico in Cina è calato del 92% (dati di CPCA), mentre in Italia 50.000 viaggi sono stati cancellati (dati di Assoviaggi Confesercenti). I prezzi delle mascherine sono cresciuti del 400% (dati di Codacons) e i prezzi dei gel igienizzanti sono cresciuti fino al 1000% (dati di Amazon). In flessione il prezzo del petrolio a 57,1 dollari al barile nel Brent consegna aprile e a 52,2 dollari al barile nel Wti consegna aprile. Oro in rialzo a 1669 dollari l’oncia.

Borsa in calo e spread in rialzo

Oggi Piazza Affari ha chiuso con un crollo: l’indice Ftse Mib in calo del 5,43% a 23.427 punti (fonte: ilSole24ore). Questa mattina lo spread tra Btp Bund è schizzato a pochi minuti dall’apertura dei mercati a 145 punti base dai 134 della chiusura di venerdì scorso, con un tasso di rendimento per il decennale italiano dello 0,98%. I Btp fanno peggio dei titoli greci, a 139,8 punti base dal Bund, con un rendimento dello 0,93% (fonte: ilSole24ore).

Solidarietà europea e statale

I commissari europei alla salute e alla gestione delle crisi, Stella Kyriakides e Janez Lenarcica, hanno annunciato che la Commissione Ue stanzierà 230 milioni di euro per aiutare la lotta globale contro la diffusione del coronavirus.  Intanto il Governo italiano sta preparando un decreto a sostegno delle famiglie e delle imprese della “zona rossa”. Saranno sospesi i versamenti di tributi, bollette e contributi previdenziali. E «per far fronte agli oneri derivanti dallo stato di emergenza sanitaria – si legge all’articolo 4 del decreto approvato dal Cdm – lo stanziamento previsto è incrementato di 20 milioni di euro per l’anno 2020 a valere sul Fondo per le emergenze nazionali», recuperati dal fondo predisposto per i premi della lotteria degli scontrini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente