Seguici su

Cronaca

Donna e figlio 16enne lo aggrediscolo al semaforo perché si era fermato

Svolta nelle indagini su un caso che ha indignato Torino. L’uomo è grave al Cto.

Pubblicato

il

Donna e figlio 16enne lo aggrediscolo al semaforo perché si era fermato. Svolta nelle indagini di un caso che ha indignato Torino. L’uomo è grave al Cto.

Donna e figlio 16enne lo aggrediscolo al semaforo perché si era fermato

Spuntano nuovi dettagli nella ricostruzione della dinamica dell’aggressione all’agente immobiliare Marco Nebiolo avvenuta a Torino nei giorni scorsi. Il 47enne è ricoverato al CTO da venerdì scorso, 24 novembre 2023, in seguito ad un’aggressione avvenuta in Corso Unità d’Italia a Torino, all’altezza del Museo dell’Automobile, qui Nebiolo a bordo della sua Fiat Punto si sarebbe fermato ad un rosso venendo tamponato da una Citroen Xsara sulla quale viaggivano una guardia giurata di 36 anni, una donna ed un ragazzino di 16 anni.

E’ proprio quest’ultimo, racconterà lo stesso Nebiolo dal suo letto di ospedale, a sferrargli un fortissimo pugno sul labbro. Da quel momento in poi è il buio, la vittima cade a terra, batte la testa e perde conoscenza.

Fondamentali per la ricostruzione di quanto accaduto a questo punto diventano le testimonianze di chi risponde all’appello lanciato dalla moglie dell’agente immobiliare, Manuela Mareso che chiede a chiunque abbia visto l’aggressione di contattare lei o le forze dell’ordine.

Ad aggredire Nebiolo anche la mamma del 16enne

E proprio un testimone aggiunge ora un elemento cruciale a questa brutta vicenda raccontando che il ragazzino avrebbe agito insieme alla madre. I due avrebbero cominciato a colpire con calci e pugni la fiancata dell’auto di Nebiolo che si era chiuso all’interno. L’imprenditore sarebbe comunque sceso dall’abitacolo e così la situazione sarebbe degenerata con la violenta aggressione.

La vittima sarebbe stata colpita con un pugno, e quindi finita a terra. I due, sempre secondo il testimone, si sarebbero poi allontanati in taxi e sul posto sarebbe rimasta la guardia giurata.

Su Prima Torino leggi “Svolta nel caso di Marco Nebiolo: ad aggredirlo per essersi fermato al semaforo rosso non solo il figlio, anche la madre”

3 Commenti

3 Comments

  1. Ardmando

    2 Dicembre 2023 at 18:06

    Occorre andare in giro con lo spray al peperoncino e all’occorrenza una mazza da baseball. Al primo accenno una spruzzata in faccia e una bastonata in testa e tutto ritorna nella normalità.

  2. Ardmando

    2 Dicembre 2023 at 18:07

    O in alternativa, mai e poi mai scendere dall’auto ma chiamare i Carabinieri subito. Altra pratica è quella di avere una dashcam installata in auto e riprendere tutto.

  3. Elena

    2 Dicembre 2023 at 18:38

    Mettere in carcere ragazzino e madre e buttare via la chiave!!!
    Ma ops, no…in Italia non si può dire, altrimenti passi per il cattivone di turno!
    E avanti così, fino al prossimo poveretto pestato e in coma per futili motivi…
    Che schifo!

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *