Notizia Oggi Borgosesia > Politica > Augura “Buonanno” ai leghisti. E scoppia la bufera
Politica Borgosesia e dintorni -

Augura “Buonanno” ai leghisti. E scoppia la bufera

Il post su Facebook di un'esponente vercellese di Arcigay Rainbow apre lo scontro. E poi rincara la dose: "Chi è m. da vivo, da morto rimane tale".

Augura “Buonanno” ai leghisti. E scoppia la bufera. Il post su Facebook di un’esponente vercellese di Arcigay Rainbow apre lo scontro. E poi rincara la dose: “Chi è m. da vivo, da morto rimane tale”.

Augura “Buonanno” ai leghisti. E scoppia la bufera

Una foto di Gianluca Buonanno e la frase postata su Facebook: “Auguro Buonanno ai leghisti e un meraviglioso 2020 antifascista, antirazzista e arcobaleno a tutti gli altri”. A scriverla è stata Giulia Bodo, una degli esponenti di spicco di Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia. E molti l’hanno interpretata come una sorta di augurio di fare la stessa fine del parlamentare borgosesiano, morto in un incidente d’auto. Del resto, Giulia Bodo solo pochi mesi fa, replicando a un attacco di Paolo Tiramani al candidato sindaco di centrosinistra, gli aveva fatto balenare l’ipotesi che magari il karma gli avrebbe fatto la stessa fine del deputato.

Esplode la polemica

Da parte dei giovani della Lega Vercelli-Valsesia arriva una replica tramite nota stampa: “Al di là dell’opinione personale… se un politico è deceduto, l’accanimento canzonatorio nei suoi confronti è inaccettabile e ingiustificabile… A questo si aggiungono i poco sottintesi “auguri” ai leghisti e a tutti coloro che continuano a vedere in Gianluca Buonanno un amico e un esempio da portare avanti”.

“Chi è m. da vivo, lo rimane anche da morto”

Giulia Bodo non si fa pregare e replica a sua volta: “Vorrei levarmi dai contatti ancora qualche altro perbenista che ritiene i morti degni di rispetto solo in quanto morti. Dal mio punto di vista chi è merda da vivo, da morto rimane tale: si chiama coerenza”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente