Notizia Oggi Borgosesia > Politica > Minoranza Pray divisa in due: «Inutili i bei discorsi sui giovani»
Politica Sessera, Trivero, Mosso -

Minoranza Pray divisa in due: «Inutili i bei discorsi sui giovani»

Carolina Ciliesa ha ufficializzato con una lettera la nascita del gruppo “Tradizione e futuro per Pray”.

Minoranza Pray divisa in due: «I bei discorsi sui giovani servivano solo a prendere voti».

Minoranza Pray divisa in due

Il gruppo “Pray verso il futuro” rimane con il solo candidato sindaco Eugenio Ferla, mentre da lui prende ufficialmente le distanze Carolina Ciliesa che nella seduta di lunedì 29 luglio con una lettera ha ufficializzato la nascita del gruppo “Tradizione e futuro per Pray”. «Una scelta dettata da divergenze politiche ed intellettuali in totale conflitto con quanto proposto all’elettorato durante la fase di propaganda ed in relazione al programma votato con la lista», ha spiegato durante il proprio intervento la giovane Ciliesa, figlia dell’ex sindaco Gianni. Il nuovo gruppo vede l’adesione  anche di Vittoria Trabaldo Togna, Valentino Scarone, Andrea Bagno e Francesco Milioni, tutti candidati consiglieri alle ultime elezioni. Gli altri invece sono rimasti con Ferla.

I motivi della scelta

Carolina Ciliesa in una lettera ha voluto spiegare le motivazioni che hanno portato a prendere le distanze da Ferla: «Fin dal primo incontro pre-campagna elettorale siamo stati accolti tutti dal capogruppo con un discorso sull’eguaglianza, sulla democrazia e sul valore dei giovani. Amara sorpresa è stata accorgersi che la campagna elettorale veniva basata su azioni e dichiarazioni in massima parte non condivise con il gruppo stesso, che veniva messo al corrente solo a cose fatte ed effetti sortiti, troppo spesso fuori contesto. Questa situazione, per noi insostenibile, si è protratta anche ad elezioni concluse».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente