Seguici su

Attualità

Non si trova un sacerdote, arriva il vescovo a celebrare messa a Gattera e Bornate

Stupore tra i fedeli di Serravalle per l’arrivo di monsignor Marco Arnolfo.

Pubblicato

il

Non si trova un sacerdote, arriva il vescovo a celebrare messa a Gattera e Bornate. Stupore tra i fedeli di Serravalle per l’arrivo di monsignor Marco Arnolfo.

Non si trova un sacerdote, arriva il vescovo a celebrare messa a Gattera e Bornate

Domenica scorsa è partito il vescovo da Vercelli per venire a celebrare la messa nelle chiese di Gattera e Bornate, frazioni di Serravalle. Il parroco don Amborio Asei Dantoni si è trovato in difficoltà a gestire la situazione, e allora monsignor Marco Arnolfo è salito in auto e ha raggiunto la bassa Valsesia.

«Il vescovo ha rassicurato il parroco – riferisce Piera Mazzone – ed è venuto di persona, nonostante la sera dovesse partire per Roma, poiché lunedì iniziava la “visita ad limina Apostolorum” dei pastori delle sedici diocesi del Piemonte e della Valle d’Aosta, che si svolge periodicamente e ha lo scopo di incontrare il pontefice. Padre Marco è arrivato a Gattera con la sua auto, ha indossato la tunica e la casula verde del tempo ordinario, che le priore custodiscono con cura, e ha celebrato la messa».

Stupore tra i fedeli

Un fatto che ha stupito i fedeli, che non sapevano del suo arrivo, come lui aveva esplicitamente chiesto a don Ambrogio. Il 22 gennaio ricorreva la festa liturgica di San Gaudenzio, giorno della traslazione del corpo nell’attuale basilica novarese, e la messa era dedicata a Gaudenzio Bocchese. Una ricorrerenza significativa.

«Le due priore di Gattera, Angela Faragi Sisti e Simona Massara Bocchese, e l’attivo collaboratore Donato Cesareo erano felici – aggiunge Piera Mazzone – avendo più volte invitato il vescovo. Ma non si aspettavano quella visita del tutto inattesa. Al termine della funzione monsignor Arnolfo ha stretto la mano a tutti i fedeli e si è congratulato con le priore per come tengono la chiesa pulita, ordinata, ma soprattutto per la dedizione e l’amore dimostrato anche nei particolari. Non ha potuto trattenersi oltre, perché alle dieci lo attendevano a Bornate per la messa, ma l’incontro ha lasciato un segno profondo nei fedeli».

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *