Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Franco Mango nuovo presidente del Velo Club Valsesia
Sport Varallo e Alta Valsesia -

Franco Mango nuovo presidente del Velo Club Valsesia

La sua passione per la bicicletta è nata quasi per caso, ma è cresciuta nel tempo.

franco mango

Franco Mango alla presidenza del Velo Club Valsesia: tanti i progetti in cantiere.

Franco Mango presidente

Una passione nata per caso e diventata anche un lavoro: la bicicletta. Franco Mango, 50 anni, da quest’anno è anche presidente del Velo Club Valsesia, glorioso sodalizio che riunisce una cinquantina di appassionati delle “due ruote” e nato dopo la fusione, avvenuta nel 2019, con il Velo Valsesia, altra società fondata proprio da Mango nel 2007.

Scoperta per caso

Titolare di un bike store a Varallo, durante la settimana le biciclette le vende, mentre nei weekend le usa per partecipare alle gare. Il ciclismo, però, non è stato certo il suo sport preferito fin da subito: «Per la verità ho cominciato tardi ad andare in bici – racconta – , verso i 23, 24 anni, e soltanto perché dovevo rinforzare la muscolatura del ginocchio, dopo un infortunio sugli sci. Il mio sport in gioventù è stato il calcio, fino a 20 anni ho giocato nella Dufour. Ero grande e grosso, il classico centravanti boa, come si chiamava allora, e nelle giovanili qualche gol l’avevo fatto. Una volta salito sulla bici, però, non l’ho più abbandonata, anzi la passione è andata crescendo sempre di più».

Il Velo Valsesia

E a forza di partecipare alle gare amatoriali, una quindicina di anni fa Mango ha deciso di buttarsi in una nuova avventura: «Nel 2007, insieme ad altri cinque amici, ho fondato il Velo Valsesia, una squadra di cui sono stato presidente per nove anni, poi sono subentrati altri ragazzi che mi hanno dato una mano. Poi due anni fa abbiamo deciso di unire le forze con il Velo Club Valsesia. Eravamo due società simili, non solo nel nome, e ci è sembrato naturale andare avanti insieme. Inizialmente il ruolo di presidente è toccato a Silvia Bertocco, all’inizio di quest’anno le sono subentrato io e lei è la mia vice».

Un momento critico

Per il ciclismo, e in genere per tutti gli sport amatoriali, non è certo un momento facile. A causa della pandemia, nel 2020 l’attività è in gran parte saltata, mentre in queste settimane le gare si disputano a singhiozzo, tra mille restrizioni. Per il Velo Club Valsesia, però, le soddisfazioni a livello di risultati non sono mancate, come il titolo italiano di ciclocross vinto da Claudio Biella: «Siamo anche arrivati secondi nella classifica a squadre della Coppa Italia – riprende Mango – e abbiamo atleti che si stanno preparando per le gran fondo nazionali, le cicloscalate e le cicloturistiche. Ma al di là dei risultati speriamo davvero di poter tornare al più presto alla normalità. Il nostro primo obiettivo è quello di organizzare, appena sarà possibile, una presentazione ufficiale del nostro team, composto da una cinquantina di ciclisti. E poi sarebbe bello ripetere un giorno l’esperienza della Gran fondo che eravamo riusciti a organizzare nel 2019. In quell’occasione c’era stato un migliaio di partenti, purtroppo un po’ per la pandemia e un po’ per la burocrazia abbiamo dovuto abbandonare il progetto. E’ nostra intenzione anche proporre, speriamo prima dell’ autunno, la cronoscalata Varallo-Colma di Civiasco, un modo per ricordare Mauro Debiaggi».

Il Giro in Valsesia

Il 2021, però, per la Valsesia sarà una anno da ricordare per gli appassionati di ciclismo: il 28 maggio una tappa della corsa rosa arriverà per la prima volta all’Alpe di Mera: «Mi sto dedicando personalmente a dare visibilità a questo evento. Sarebbe bello mettere in piedi una giornata tutta dedicata alle biciclette qui a Varallo, in concomitanza con le iniziative che organizzerà l’amministrazione comunale. Un modo anche per promuovere la bici come strumento di benessere in un momento in cui fare una passeggiata e una pedalata è consentito nonostante le limitazioni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *