Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Fondazione Valsesia si presenta: un ente per il territorio e il volontariato
Attualità Borgosesia e dintorni -

Fondazione Valsesia si presenta: un ente per il territorio e il volontariato

Obiettivo: agevolare i progetti di altri enti e associazioni, facilitando la richiesta di aiuti per iniziative sul territorio. 

fondazione valsesia

Fondazione Valsesia si è presentata alla comunità: il nuovo ente è già in attesa dei progetti.

Fondazione Valsesia, la presentazione

La Fondazione Valsesia, il nuovo ente che opera a favore del territorio, si è presentata ufficialmente alla comunità. I relatori erano la presidente Laura Cerra e la consigliera Emanuela Buonanno, i sindaci di Borgosesia e Varallo, Paolo Tiramani ed Eraldo Botta, Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, Fernando Lombardi, presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Vercelli, Cesare Ponti, presidente della Fondazione della Comunità del Novarese, Maurizio De Paoli, presidente della Fondazione comunitaria del Vco, Renata Antonini, responsabile dell’ufficio socio assistenziale dell’Unione montana della Valsesia, Luca Vannelli, presidente del Centro territoriale volontariato Biella-Vercelli, Marco De Marie, responsabile dell’area filantropia e territorio della Compagnia San Paolo, Luca Caratti presidente del consiglio provinciale dei Consulenti del lavoro di Vercelli. Presente anche il rettore dell’Università del Piemonte orientale Gian Carlo Avanzi.

Gli obiettivi

La Fondazione nasce grazie al supporto della Compagnia di San Paolo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, enti promotori e sostenitori che hanno contribuito sia alla costituzione del patrimonio iniziale, sia con la messa a disposizione delle risorse per la promozione e l’avvio. Anche la Valsesia, al pari di altri territori, ora ha una sua fondazione di comunità, cioè un organismo destinato ad agevolare i progetti di altri enti ed associazioni, facilitando la richiesta di aiuti destinati ad iniziative sul territorio.

In attesa dei progetti

Il prossimo passaggio sarà la riconferma del cda con le nomine effettive. Ricalcherà quello attuale ad eccezione di coloro che già avevano dato una disponibilità limitata. «In teoria siamo già operativi – conferma Cerra -. Siamo a disposizione di tutti per chiarimenti; anche il conto corrente della Fondazione è già stato attivato. Aspettiamo i progetti del territorio, che possono essere quelli di associazioni, enti, parrocchie. Invitiamo tutti i sindaci a conoscerci: nelle prossime settimane organizzeremo un incontro in Unione montana per diffondere il progetto tra i primi cittadini che lunedì non hanno potuto partecipare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente