Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Finto avvocato: truffate 43 persone, bottino di 100mila euro
Cronaca Fuori zona -

Finto avvocato: truffate 43 persone, bottino di 100mila euro

Denunciati a Vercelli due napoletani autori di una serie incredibile di raggiri tutti uguali.

Finto avvocato: truffate 43 persone, bottino di 100mila euro. Emergono incredibili episodi a carico di due napoletani già arrestati dai carabinieri di Vercelli.

Finto avvocato: truffate 43 persone dai due napoletani

I carabinieri di Vercelli hanno denunciato i due truffatori napoletani, G.M. 48enne e D.A. 20enne, già arrestati dagli stessi militari lo scorso luglio perché ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, concorso in tentata truffa e sostituzione di persona. Le indagini hanno infatti consentito di attribuire ulteriori episodi di truffa a carico dei due malviventi, commessi in tutto il nord Italia con la medesima consolidata tecnica del “falso avvocato”. Si tratta di ben 43 episodi di raggiro scoperti, eseguiti con un copione sempre uguale a sé stesso, ma decisamente efficace.

La telefonata dalla Spagna

Due complici, dalla Spagna, contattavano in Italia svariate utenze fisse, per la maggior parte in uso a persone anziane e sole, qualificandosi avvocati e richiedendo un cospicuo contributo economico per fornire assistenza ed aiuto ad un loro parente, responsabile di un sinistro stradale, che stava rischiando l’arresto. Non appena la vittima cascava nel tranello, la truffa veniva portata a pieno compimento dai due trasfertisti, che andavano a raccogliere al domicilio del malcapitato e direttamente dalle sue mani denaro e oggetti preziosi, illudendolo che l’esborso avrebbe aiutato il parente in grave difficoltà che in quel momento era trattenuto in uffici giudiziari e poteva finire in carcere.

Una serie impressionante di raggiri

Con impegno certosino sono stati elaborati dagli investigatori innumerevoli dati, che hanno restituito un ulteriore quadro indiziario di assoluto rispetto: nei 6 mesi a cavallo tra il 2017 ed il 2018 sono emerse altre 43 truffe, tra tentativi ed episodi portati a termine (la stragrande maggioranza), per la quasi totalità perpetrate ai danni di persone anziane, in particolare di età compresa tra i 70 e i 90 anni. Il bottino, per difetto, è stato quantificato in oltre 40mila euro in contanti ed almeno 60mila euro in oggetti preziosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente