Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Michel Platini fermato: accusa di tangente milionaria
Cronaca Fuori zona -

Michel Platini fermato: accusa di tangente milionaria

Per l'ex asso del calcio sconcerto anche in zona: oltre ai tanti tifosi, sono moltissimi tra Novarese e Biellese coloro che portano questo cognome.

Michel Platini fermato: accusa di tangente milionaria riguardante l’assegnazione al Qatar del Campionato del mondo di calcio del 2022.

Michel Platini fermato: accusa di tangente milionaria

Una notizia  clamorose  dalla Francia: Michel Platini è in stato di fermo. L’ex presidente dell’Uefa e leggenda della Juventus è stato sottoposto al procedimento restrittivo nell’ambito dell’inchiesta per corruzione riguardante l’assegnazione dei Mondiali in Qatar nel 2022.

La famiglia è novarese

Sconcerto tra i tifosi, ma non solo. Il cognome Platini (con l’accento sulla seconda i) è originario del Novarese, soprattutto nella zona di Fontaneto d’Agogna e Agrate. Ma anche nel Biellese ci sono parecchie persone che sono lontanissimi “parenti” dell’asso francese.

Già scagionato per un altro episodio

Il fermo è avvenuto a Nanterre e la notizia sta facendo il giro del mondo.  Nel 2015 Platini lasciò l’incarico di presidente dell’Uefa perché accusato di avere percepito illecitamente 2 milioni di franchi svizzeri dall’allora presidente della Fifa Sepp Blatter e venne squalificato da tutte le attività calcistiche per otto anni, poi ridotti a quattro. ‘Le Roi’, nel maggio 2018, venne scagionato dalla magistratura svizzera, che non riscontrò irregolarità nel suo operato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente