Seguici su

Attualità

A regime l’aumento per sindaci e assessori: ecco quanto guadagnano al mese

Il governo Draghi aveva iniziato nel 2022 un piano di adeguamento che tocca anche vice sindaci e assessori.

Pubblicato

il

A regime l’aumento per sindaci e assessori: ecco quanto guadagnano. Il governo Draghi aveva iniziato nel 2022 un piano do adeguamento che tocca anche vice sindaci e assessori.

A regime l’aumento per sindaci e assessori: ecco quanto guadagnano

Con l’inizio del 2024 arriva un nuovo scatto di aumento dell’indennità dei sindaci. Effetto di una norma inserita nella Legge di Bilancio del 2022 dall’allora governo Draghi, che aveva previsto che le indennità di funzione dei sindaci fossero parametrate sulla base dei compensi dei presidenti di Regione, attualmente pari a 13.800 euro lordi mensili.

Ovviamente solo i sindaci dei centri più grossi (cioè delle cosiddette città metropolitane) ottengono un compenso pari a quello dei presidenti di Regione: mentre per i centri minori si va via via a scalare in base al numero dei residenti.

Gli ultimi aumenti in base alle dimensioni della città

Questo adeguamento è stato fatto in tre passaggi, e l’ultimo è appunto quello scattato a inizio anno. Nel dettaglio, ecco i nuovi compensi dei sindaci, in base alle dimensioni del centro amministrato: 13.800 euro lordi mensili per i sindaci metropolitani; 11.040 euro lordi mensili per i sindaci dei comuni capoluogo di regione e per i sindaci dei comuni capoluogo di provincia con popolazione superiore a 100.000 abitanti (come Novara); 9.660 euro lordi mensili per i sindaci dei comuni capoluogo di provincia con popolazione fino a 100.000 abitanti (come Vercelli e Biella)

E ancora: 6.210 euro lordi mensili per i sindaci dei comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti ; 4.830 euro lordi mensili per i sindaci comuni con popolazione da 30.001 a 50.000 abitanti; 4.140 euro lordi mensili per i sindaci dei comuni con popolazione da 10.001 a 30.000 abitanti; 4.002 euro lordi mensili per i sindaci dei comuni con popolazione da 5.001 a 10.000 abitanti; 3.036 euro lordi mensili per i sindaci dei comuni con popolazione da 3.001 a 5.000 abitanti; e infine 2.208 euro lordi mensili per i sindaci comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti.

I sindaci della nostra zona

Al netto di possibili riduzioni del compenso (per esempio, a chi fa un altro lavoro l’emolumento è dimezzato), l’aumento tra il 2022 e il 2024 è consistente. Per esempio, nei centri tra i 10 e i 30mila residenti (in zona ci sono solo Borgosesia e Valdilana) si è passati da 2788 a 4140 euro lordi).

Per i paesi tra i 5 e i 10mila residenti (in zona possiamo citare Varallo e Gattinara) si passa da 2510 a 4002 euro lordi. Per i comuni tra 3 e 5mila residenti (in zona sono parecchi: Grignasco, Serravalle, Quarona, Romagnano e altri). I paesi più piccoli, sotto i 3mila residenti (come tutta l’alta Valsesia e la Valsessera) si passa da 1659 a 2208 euro lordi al mese.

A cascata, l’aumento corrisposto ai sindaci si estende a cascata anche sugli altri organi amministrativi: il vice sindaco, gli assessori, i consiglieri e (per chi ce l’ha) il presidente del consiglio comunale. Qui però fare i conti diventa più complesso perché aumentano i parametri e va anche detto che in molti casi, soprattutto nei centri più piccoli, consiglieri e membri della giunta hanno deciso di lavorare gratis.

2 Commenti

2 Comments

  1. Roberto

    9 Gennaio 2024 at 20:49

    Gli aumenti sono facoltativi non scattano in automatico, mi sembra doveroso ricordarlo, quindi sindaci ed amministratori potrebbero rinunciare semplicemente non deliberando gli importi da voi scritti. Detto questo urge sottolineare che tranne in qualche raro caso che meriterebbe la medaglia, tutti hanno proceduto ad ingrassare il proprio portafoglio nonostante quando si insediano dicono di essere al servizio dei cittadini e non per percepire uno stipendio.

  2. Ardmando

    10 Gennaio 2024 at 19:46

    E’ veramente improbabile che qualche sindaco non delibererà l’aumento del proprio stipendio. Concordo però sul fatto che si possono contare sulle dita di una mano gli amministratori che non stanno ricoprendo l’incarico di primo cittadino per motivazione diverse da quella di portare a casa un lautissimo stipendio.

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *