Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Addio Giancarlo Rossi, in lutto la Valsesia del calcio
Attualità Novarese -

Addio Giancarlo Rossi, in lutto la Valsesia del calcio

Fu giocatore, allenatore e manager della Pratese. Nel 2006 ottenne anche il premio dalla Figc a Roma

Addio Giancarlo Rossi, in lutto la Valsesia del calcio. E’ morto a 84 anni, l’altro giorno nella sua Prato Sesia è stato celebrato il funerale. Lascia la moglie Graziella, il figlio Alessandro e la figlia Simonetta (ex sindaco) con Riccardo e l’adorato Andrea.

Addio Giancarlo Rossi, in lutto la Valsesia del calcio

Giancarlo Rossi aveva debuttato come centrocampista nelle squadre calcistiche più prestigiose del Novarese, dal Momo, suo paese di origine, al Suno, fino a superare le selezioni per entrare a far parte della Juventus di Giampiero Boniperti. Aveva così iniziato la carriera all’interno di una grande azienda tessile della zona, la Filatura di Grignasco, trasferendosi a Prato Sesia dove ha messo su famiglia. Ma il calcio non l’ha mai abbandonato. Dopo il lavoro infatti si allenava e giocata nei campionati interregionali tra le fila della Serravallese che condusse più volte verso clamorose vittorie come quella ottenuta sul campo dell’Aosta.

LEGGI ANCHE Addio a Gilindo Cortese, il partigiano Janosik

Formazioni locali

Aveva poi ricoperto il ruolo di allenatore e dirigente dell’Us Pratese, contribuendo grazie alla sua esperienza a trascinare la squadra locale nei gironi di Prima categoria. Successivamente sempre alla Pratese rimase come dirigente. Fu in quel periodo che collaborò anche con Notizia Oggi. Per la redazione sportiva è stato per anni un punto di riferimento per raccogliere le formazioni e la cronaca della partita della domenica. Con la fine dell’avventura della prima squadra della Pratese si era interessato ancora al settore giovanile per qualche anno. Rossi era stato quarant’anni prima tra coloro che avevano fatto nascere la prima squadra. Quando nel 2011 la società venne sciolta con il passaggio del titolo al Cavallirio Rossi ci rimase male: «Dispiace ancora di più perchè gli ultimi anni sono stati quelli di maggiore soddisfazione per i risultati sportivi ottenuti», aveva dichiarato in una intervista proprio a Notizia Oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente