Attualità Novarese -

Agenti in borghese a caccia di maleducati a Romagnano e dintorni

Controlli a tappeto per tenere monitorato il paese. Il modello? Una esperienza romana.

Agenti in borghese a caccia di maleducati a Romagnano e dintorni. Da questo mese gli agenti di polizia municipale girano in borghese per effettuare i controlli; e qualora fossero riconoscibili (sono sei in servizio, compresa la comandante) non è escluso che possano essere impegnati vigili di altri paesi.

Agenti

La polizia locale si impegnerà al massimo per far cessare il malcostume di chi non si preoccupa di mantenere pulito il territorio e di seguire le regole. Il giro di vite è stato richiesto dalle tre amministrazioni. «Stiamo potenziando il controllo per far sì che non vengano più lasciati in giro i residui dei cani, ma anche per contrastare l’abbandono dei rifiuti – afferma Anna Assi, comandante del servizio di vigilanza convenzionato tra i tre paesi della Valsesia novarese –. Effettueremo controlli in borghese, in orari diversi e in posti diversi, in settimana e nei weekend: i trasgressori individuati saranno sanzionati ogni volta che li sorprenderemo nell’atto di infrangere le normative. Non se ne può più dell’inciviltà della gente, perché di questo si tratta».

LEGGI ANCHE Troppe cacche di Fido in paese: Valduggia pensa alle multe

Il modello romano

Anna Assi proviene da un’esperienza maturata a Roma, dove l’operato degli agenti in borghese ha ottenuto e ottiene ottimi risultati. Questo stesso sistema, ne è sicura, funzionerà anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *