Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Allarme Quarona: 1500 persone rischiano di ritrovarsi senza medico
Attualità Borgosesia e dintorni -

Allarme Quarona: 1500 persone rischiano di ritrovarsi senza medico

A fine anno Leonardo Ruga chiude lo studio. Il sindaco: «Anziani penalizzati, va trovata al più presto una soluzione seria»

Allarme Quarona: 1500 persone rischiano di ritrovarsi senza medico. Da gennaio, molti abitanti dovranno trovarsi un nuovo medico di base.

Allarme Quarona: 1500 persone rischiano di ritrovarsi senza medico

Un’esigenza legata al pensionamento del dottor Leonardo Ruga. Ma in paese non è affatto facile trovare un nuovo medico, e il rischio è che molte persone debbano finire per sceglierlo fuori dai confini cittadini. Una situazione che ricalca quanto era accaduto tre anni fa, quando a cessare l’attività fu Maria Franca Cavagnino, e che in qualche modo venne tamponata. Suona ora un nuovo campanello d’allarme e il sindaco Francesco Pietrasanta vuole evitare l’emergenza: «A essere penalizzati sono soprattutto i cittadini anziani. Va trovata una soluzione seria entro fine anno», senza escludere di intraprendere proteste eclatanti nel caso non si giunga a un esito positivo.

Soluzione da trovare

L’amministrazione comunale si sta muovendo per cercare una soluzione al problema, e farlo nel minor tempo possibile: «Va trovata una soluzione concreta – commenta il sindaco -. Quello che si prospetta tra nemmeno due mesi è un problema estremamente serio soprattutto per le persone anziane o sole, che magari non guidano: come faranno a raggiungere un altro paese per farsi prescrivere esami e medici? L’assistenza del medico di base è un servizio prioritario, mi aspetto quindi che la soluzione arrivi prima che esploda il problema».  Allo stato attuale a Quarona non ci sono altri medici di base disponibili in rapporto alla popolazione: «Stiamo cercando di individuare un medico che sia interessato ad aprire l’ambulatorio in paese – spiega Pietrasanta -, dandogli pieno appoggio e agevolando le condizioni per sistemarsi. Serve infatti ci sia un medico a tutti gli effetti, non solo uno in sostituzione e con una presenza settimanale limitata».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente