Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Avis Lenta: il volontariato in “eredità” dai genitori ai figli
Attualità Gattinara e Vercellese -

Avis Lenta: il volontariato in “eredità” dai genitori ai figli

A inizio dicembre sono state raggiunte le 90 donazioni. «Un ottimo punto di partenza per il 2020, anno del cinquantenario di fondazione».

Avis Lenta: il volontariato in “eredità”. I figli seguono i genitori nelle donazioni del sangue.

Avis Lenta: il volontariato in “eredità”

L’impegno nel donare il sangue a Lenta si trasmette da genitore a figlio. Sono diverse le famiglie iscritte all’Avis Lenta che vedono coinvolte un genitore con il proprio figlio.  Per esempio mamma Gabriella ha convinto il figlio Gianluca Maiello a seguirla nelle donazioni. Per lui sabato scorso è stata la prima donazione di sangue, ha voluto aderire alla campagna dell’Avis proprio per seguire l’esempio della propria mamma.
LEGGI ANCHE: Lenta dedica strada al mito di Rodolfo Valentino | LE FOTO 

Storie di solidarietà

«Per la sezione di Lenta non sono casi unici – spiega Sandro Picco -, anzi abbiamo nel nostro organico anche Elisa Abbagnano e papà Angelo, Marirose Boniolo con papà Carletto e mamma Valeria, Stefano D’eredità con papà Orazio, Dalila Dosselli e papà Franco ed infine Riccardo Mazzone con papà Flavio… Sicuramente è davvero un bell’esempio che i genitori hanno saputo trasmettere ai propri figli – riprende Picco – e speriamo davvero che queste storie possano far riflettere a invogliare altre persone a donare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *