Seguici su

Attualità

Basta aggressioni sessuali sul treno. Petizione per chiedere carrozze per sole donne

Pubblicato

il

Lanciata su Change.org una petizione per chiedere carrozze per sole donne sui treni di Trenord.

Una petizione per chiedere carrozze per sole donne

Una carrozza, quella di testa, riservata alle donne sui treni di Trenord. La petizione è stata lanciata dopo la duplice aggressione sessuale subita venerdì 3 dicembre da due ragazze.

Il testo della petizione

Abbiamo il diritto di usare i mezzi pubblici a qualsiasi ora del giorno senza paura. In altri paesi, sui mezzi di trasporto anche locale esistono carrozze dedicate alle sole viaggiatrici.

La petizione si intitola “Vogliamo viaggiare sicure” (clicca qui per firmare). A lanciarla una donna residente nel varesotto.

Con questa petizione chiediamo a Trenord di dedicare, su tutte le sue linee, la carrozza di testa alle donne. In questo modo, a qualsiasi ora, si potrà viaggiare sicure.

Basta aggressioni sessuali sul treno

Proprio nel varesotto, infatti, nei giorni scorsi si sono verificate due aggressioni sessuali. Lo riportano i colleghi di Prima Novara.

La sera di venerdì 3 dicembre una 20enne è stata violentata e rapinata a bordo di un treno della linea Milano-Varese. A mettere in fuga gli uomini, l’arrivo del capotreno, che ha dato l’allarme.

Poco dopo, i responsabili, scesi dal treno, hanno preso di mira una 22enne nella sala d’aspetto della stazione ferroviaria di Venegono (Varese). La ragazza è riuscita a fuggire dopo essere stata molestata.

Le due ragazze, sotto choc, sono state trasportate all’ospedale. Entrambe hanno fornito una dettagliata descrizione dei loro aggressori.

Identificati i presunti responsabili

Fermati due uomini, un italiano sui 20 anni e un marocchino di 27, ritenuti responsabili di violenza sessuale di gruppo e rapina.

In tempi rapidi i Carabinieri hanno identificato i due uomini, un italiano di 20 anni e un marocchino di 30, ritenuti responsabili di violenza sessuale di gruppo e rapina.

Fondamentali la descrizione fornita dalle vittime, le immagini delle telecamere di videosorveglianza e le tempestive indagini.

LEGGI ANCHE: Vandali a Borgomanero: rotti i vetri del treno fermo

Un’altra aggressione un mese fa

Un mese fa sulla tratta da Varese a Laveno Mombello, sempre in orario serale, una guardia giurata, dopo aver sentito delle urla provenire da uno dei vagoni, aveva sorpreso un uomo visibilmente alterato che stava molestando una passeggera.

La guardia giurata in quell’occasione era riuscita a bloccare l’uomo e farlo allontanare in un altro scompartimento del treno, poi aveva chiesto al capotreno di far intervenire le forze dell’ordine, che lo avevano arrestato.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *